• Home »
  • Sport »
  • TRAPANI-VIRTUS FRANCAVILLA 3-1. I GRANATA SPRECANO TANTO MA VINCONO CON MERITO

TRAPANI-VIRTUS FRANCAVILLA 3-1. I GRANATA SPRECANO TANTO MA VINCONO CON MERITO

Il Trapani impiega 28′ per entrare in partita ma alla fine la “legge del Provinciale” ha la meglio ed in granata passano per 3-1 contro una buona Virtus Francavilla che ha giocato fino all’ultimo secondo spronata dal suo tecnico Trocini. I granata sono troppo “molli” ed al 6′ gli ospiti ne approfittano e passano in vantaggio con Partipilo che si “beve” Da Silva in area di rigore e con un colpo sotto evita l’intervento di Dini. Il Trapani si va vedere in maniera pericolosa dalle parti della Virtus Francavilla soltanto al 19′ con una punizione di Taugourdeau che esce di poco dall’incrocio dei pali alla sinistra di Tarolli. Al 21′ la prima grande occasione per Nzola che entra in area dalla sinistra ma tira sul portiere. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Tulli manda la palla alta sulla traversa con un colpo di testa. Al 23′ ammonito Da Silva per un fallo di Partipilo che sta per entrare in area dopo averlo superato come nell’azione del gol. Al 25′ ancora Partipilo ci prova dalla distanza ma non trova la porta. In due minuti accade però quello che può succedere soltanto nel calcio. Il Trapani al 28′ pareggia con Nzola ed al 30′ passa in vantaggio con Tulli. Golfo ruba palla a Pino e Marino che la combinano grossa a poca distanza dalla bandierina del calcio d’angolo, l’esterno granata ruba palla, serve Nzola che piazza la palla ma Tarolli è attento e respinge ma c’è ancora l’attaccante granata che riesce a metterla dentro al secondo tentativo. Il tempo di festeggiare il pareggio, palla a Corapi, cross e colpo di testa di Tulli ed il Trapani è in vantaggio. Un uno due che avrebbe steso anche un toro ma la Virtus non si arrende ed al 36′ pareggia con Sarau che raccoglie la palla in area dopo una svirgolata di Da Silva, ma l’assistente dell’arbitro Maranesi alza la bandierina per un fuorigioco e l’arbitro fischia ed il gol non è valido. Al 40′ protagonista ancora Nzola lanciato a rete da Costa Ferreira ma l’attaccante granata colpisce, anocra una volta, il portiere che riesce a respingere. Al 44′ si fa male Vrdoliak e la Virtus opera la sua prima sostituzione. Al suo posto Martinez. Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo comincia con un film già visto. Doppio dribbling di Partipilo su Da Silva ma il suo tiro è facile preda di Dini perché è centrale. All’8′ sugli sviluppi di una mischia, dopo una punizione per la Virtus, Marino prova a girare la palla in rete ma colpisce male e la sfera finisce fuori. Al 25′ del secondo tempo finisce la partita di Nzola e comincia quella di Evacuo, che tre minuti dopo cancella l’astinenza dal gol. La difesa del Francavilla pasticcia, la panchina degli ospiti chiede anche il fuorigioco ma l’azione continua, Evacuo ci crede e da posizione angolata sulla sua destra fa partire un piattone che finisce in rete. E’ il gol della sicurezza granata ed il Provinciale festeggia sia i tre punti che si stanno avvicinando che il gol del suo ritrovato bomber. Al 30′ Costa Ferreira prova a fare tutto da solo con un’azione personale sul lato destro del campo che si conclude con un diagonale che sfiora il palo alla destra di Tarolli. Al 31′ una leggerezza dei Da Silva consente a Sarau di essere pericoloso ma non decisivo per accorciare le distanze. Dini è attento e para. Al 35′ spazio per Dambros che prende il posto di Tulli. Al 40′ colpo di testa di Dambros, in piena area di rigore, su cross di Corapi e palla che finisce fuori di poco. All’85’ doppia sostituzione di mister Trocini che manda in campo l’ex granata Sparacello al posto di Sarau e Mastropietro al posto di Folorunsho. Al 44′ ci ritenta Evacuo ma il suo destro viene deviato in angolo. L’arbitro concede 3′ di recupero. Nel primo mister Italiano manda in campo Toscano per Golfo e Garufo per Strugli. Ma la partita è chiusa ed è la settima vittoria su sette gare disputate al Provinciale. ora per Italiano e la sua squadra c’è soltanto da riposare perché i granata osserveranno il turno di pausa previsto in calendario.

Il 4-3-3 di mister Italiano

Il Trapani si presenta alla sfida con la Virtus Francavilla con un centrocampo tecnico, Costa Ferreira a destra, Taugourdeau al centro e Corapi a sinistra. Difesa a quattro con la coppia centrale Mulè-Da Silva. Il primo ha confermato il suo abituale standard di gara, Da Silva ha avuto qualche problema in più. Il pubblico si è un po’ indispettito per alcuni errori ma è una coppia di centrali di prospettiva ed ha fatto bene mister Italiano a non “cedere” alle richieste della tribuna che ha chiesto più volte il cambio. Non ha “ceduto” neanche a mugugni su Nzola, che ha sbagliato qualche palla di troppo ma ha comunque segnato e con lui in campo la squadra è sicuramente più pungente. La sostituzione di Nzola è arrivata quando l’attaccante granata cominciava ad andare in debito d’ossigeno e la mossa di Italiano è stata azzeccata perché ha scelto Evacuo che l’ha ripagato con il gol del 3-1 che ha sostanzialmente chiuso la gara. Qualcosa da rivedere in difesa ma senza bocciature e forse un po’ più di gamba a centrocampo potrebbe essere utile. Ora il Trapani riposa e mister Italiano avrà più tempo per definire alcune contromosse.

Gli avversari

Buona squadra quella di Trocini. Gioca al calcio con il suo 3-5-2. Nei primi 20′ sia del primo che del secondo tempo avrebbe potuto fare di più e meglio. Nel primo con la possibilità di raddoppiare dopo il gol di Partipilo, giocatore interessante che ha fattto dannare l’anima alla difesa granata. Mister Trocini ci teneva a far bene e più di un battibecco con la panchina del Trapani ha dimostrato che la tensione era alta e che la Virtus non ci stava a perdere.

Commenti

commenti