• Home »
  • Sport »
  • CATANZARO-TRAPANI 6-3, “SET” E PARTITA PER LA SQUADRA DI MISTER AUTERI

CATANZARO-TRAPANI 6-3, “SET” E PARTITA PER LA SQUADRA DI MISTER AUTERI

La partita. Va in campo un Trapani sperimentale che “sperimenta” una figuraccia che la seconda della classe avrebbe dovuto evitare. Il Catanzaro vince con un risultato tennistico, 6-3 e fa il suo dovere. Mister Italiano propone sempre il suo 4-3-3, ma con nuovi protagonisti. La coppia centrale di difesa. Mulè-Franco, il giovane Tolomello a centrocampo, assieme a Girasole. In avanti torna Golfo, una delle poche novità positive per il suo rientro dopo un grave infortunio. Italiano cambia anche il portiere preferendo Ferrara a Dini ed i 6 gol presi qualcosa dicono su questa scelta. Primo tempo davvero “pazzo”, con errori da una parte e dall’altra ma alla lunga le motivazioni del Catanzaro, che ha conquistato il terzo posto in classifica, hanno avuto la meglio. Il Trapani ha perso forza e mordente strada facendo e nel secondo tempo ha visto la porta soltanto al 66′ con un diagonale di Fedato che si è spento sull’esterno della rete. Il Trapani ha giocato con il secondo posto in tasca ma proprio per questo avrebbe dovuto e potuto fare di più. E’ una sconfitta che non pesa e che va archiviata in fretta per preparare al meglio i play off.
Primo tempo. Gara spettacolare con 7 gol e con difese da bocciare in toto. Il Trapani non ha nulla da perdere e si presenta con una formazione sperimentale, il Catanzaro perde la bussola e regala giocate ed occasionia i granata. Al 3′ i padroni di casa ci provano con Iuliano, sinistro fuori di poco. Al 4′ Trapani in vantaggio con il rientrante Golfo che raccoglie un lancio di Mulè, si presenta davanti a Furlan e fa passare la palla tra le gambe del portiere del Catanzaro. Difesa di casa ferma. Al 7′ pareggia Fischnaller che ruba palla ad un “addormentato” Franco che gli concede una palla gol che l’attaccante non sbaglia. Un minuto dopo il Trapani torna in vantaggio, combinazione Golfo-Fedato, cross dalla sinistra, in piena area di rigore, s’avventa sulla palla Evacuo che mette la palla in rete. Altri due minuti, ed il Trapani segna il terzo gol con Golfo che raccoglie una palla che danza in area di rigore. Al 26′ il Catanzaro prova a farsi sentire con Giannone che ruba palla a Tolomello ma il suo tiro finisce fuori di poco. Al 27′ punizione di Fischnaller con Ferrara che devia la palla. Al 30′ ancora una parata di Ferrara su tiro di De Risio. Al 32′ azione di contropiede del Trapani, Golfo trova Toscano sulla trequarti ed il centrocampista granata non ci pensa una sola volta ma il suo destro insidioso viene deviato in angolo da Furlan. Al 36′ Iuliano mette la palla in rete con un tiro che viene deviato da Mulè. Il Catanzaro ci crede ed al 38′ pareggia con un gran gol di capitan Maita che riprende una ribattuta granata, colpisce dalla lunga distanza e sorprende Ferrara, che già sul gol di Iuliano non era apparso impeccabile. Al 40′ vantaggio del Catanzaro con Bianchimano che entra in area dalla sinistra e mette la palla in rete. con il suo sinistro, mettendo la palla in rete sul primo palo che Ferrara avrebbe dovuto coprire. Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi. Primo tempo davvero pirotecnico con una vera e propria sagra degli errori da una parte e dall’altra.

Secondo tempo. Subito due cambi per il Trapani con Dambros e Garufo al posto di Evacuo e Scrugli. Al 50′ Fischnaller sbaglia un gol già fatto. Si presenta solo davanti a Ferrara ma colpisce il palo esterno. Al 55′ entra D’Angelo al posto di Tolomello. Al 57′ arriva il quinto gol del Catanzaro con Ciliento. Al 62′ Giannone prova il tiro a giro dal limite dell’area che finisce fuori di poco. Al 74′ Maita entra in area di rigore alla ricerca della doppietta ma il suo tiro viene deviato in angolo da Ferrara, ma subito dopo c’è il sesto gol di D’Ursi che appoggia in rete da distanza ravvicinata. All’88 ancora Fedato, l’unico del Trapani che ha tirato in porta nel secondo tempo, ma il suo tiro è debole e Furlan para sicuro. Tre minuti di recupero e poi l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Commenti

commenti