TRAPANI-PISA 1-3, GRANATA SOTTO TONO. MISTER BALDINI NEL MIRINO DEI TIFOSI

Facebook

17 Dicembre 2019

Trapani-Pisa 1-3

Reti: 1′ Pinato (P), 17′ Moscardelli (P), 47′ Pettinari (T), 77′ Moscardelli (P)

Trapani: Carnesecchi; Candela, Stanndberg, Scognamillo, Grillo; Moscati, Taugordeau, Corapi (63′ Colpani), Nzola (46′ Biabiany), Evacuo, Pettinari. all. Baldini

Pisa: Gori, Verna, Moscardelli (72′ Fabbro), Marin, Aya, Pinato, Lisi. Gucher, Ingrosso (61′ Birindelli), De Vitis (82′ Siega) Benedetti. all.Luca D’Angelo.

Non poteva andare peggio al Trapani. Ancora una sconfitta in casa, contestazione della Curva, che ha preso di mira mister Baldini e squadra che sembra ormai essersi smarrita. Nelle ultime due gare, Benevento e stasera contro i toscani, i granata hanno preso 8 gol facendone soltanto uno. Il 3-1 del Pisa è pesante. Il Trapani, con una vittoria, avrebbe potuto fare un grande balzo in avanti in classifica ed invece si ritrova penultimo e soprattutto con il morale sotto i tacchi. Il Pisa è passato in vantaggio già al 1′ di gioco. Pinato ha avuto tutto il tempo di prendere palla, di aggiustarsela e d’infilzare Carnesecchi. Il Trapani non è nuovo a prendere gol all’inizio della gara ma in questo caso si è superato. Partita subito in salita e con una formazione che ha fatto storcere il naso ai tifosi. Baldini deve fare a meno di Del Prete e propone al suo posto Candela che è incappato in una serataccia. Sulla sua fascia, la destra, il Pisa ha fatto quel che ha voluto. Spazio al centro della difesa al neo acquisto Strandberg che – com’era nelle cose – ha mostrato qualche problema di sintesi con l’altro centrale Scognamillo. I due hanno consentito all’attaccante del Pisa Moscardelli di fare una bella doppietta. A sinistra l’argentino Grillo, che ha cominciato bene ma ha finito sempre peggio, sbagliando cross anche facili. Il vero tracollo però il Trapani l’ha subito a centrocampo. I tre, Corapi, Taugordeau e Moscati, non sono mai riusciti – anche per caratteristiche tecniche – a fare filtro. Nessuno dei tre è un incontrista, comunque un centrocampista di sostanza e di conseguenza il Pisa ha potuto giocare come ha voluto. Sia centralmente che sulle fasce. In avanti, Nzola, Evacuo e Pettinari. Il primo – per lui soltanto un tempo – ha fatto indispettire il Provinciale con approccio alla gara troppo lento e senza mordente. Evacuo ha fatto chilometri in campo ma ha toccato davvero pochi palloni, Pettinari è stato l’ultimo ad arrendersi ma è troppo poco per poter reggere il peso dell’attacco granata. Dopo il vantaggio del Pisa, i toscani sono riusciti a salvare il risultato al 6′ quando Gucher ha respinto la palla sulla linea di porta dopo un angolo a rientrare – il forte vento di scirocco poteva essere un alleato nella prima frazione di gioco – di Grillo. Ma al 9′ è ancora il Pisa ad essere pericoloso sugli sviluppi di una punizione. Benedetti ha la palla del raddoppio tra i piedi, in piena area di rigore, ma non riesce ad inquadrare la porta. All’11’ il portiere del Pisa Gori salva un gol che sembrava già fatto. Cross dalla destra di Moscati, deviazione di Pettinari ma la palla viene deviata dall’estremo difensore del Pisa quasi sulla linea. Al 15′ l’episodio che avrebbe potuto cambiare l’esito della partita. Azione personale di Grillo che viene falciato al limite dell’area di rigore. La sua incursione da sinistra viene fermata con un fallo che l’arbitro Dionisi valuta fuori dell’area ma i dubbi sono rimasti fino alla fine. Sugli sviluppi la punizione di Taugordeau che va sopra la traversa. La prestazione del centrocampista francesce è stata sotto tono dal primo all’ultimo minuto di gara. Al 17′ il raddoppio del Pisa, Moscardelli può tranquillamente coordinarsi e mettere la palla in rete in semirovesciata in piena area di rigore, con i due centrali granata che se lo sono persi. Al 26′ reazione del Trapani. Combinazione Corapi-Pettinari, palla in area per l’accorrente Evacuo che, per un soffio, non riesce ad indirizzarla in rete. Al 39′ ci prova Corapi, tiro da dimenticare. Al 43′ l’azione forse simbolo di questa partita, Taugordeau tira la palla viene respinta in area del Pisa ma Nzola e Moscati si ostacolano al momento del tiro. L’arbitro concede 3′ di recupero, dopo avere ammonito Scognamillo. Al 46′ il secondo salvataggio sulla linea di porta dopo un angolo di Taugordeau ed una mischia ed è sempre una mischia ad illudere il Trapani che la rimonta è possibile perché al 47′ Pettinari riesce a metterla in rete dando ossigeno alla sua squadra. Il secondo tempo comincia con una sostituzione che il Provinciale s’aspettava: Biabiany al posto di Nzola. Ma anche nella ripresa è il Pisa a farsi avanti nei primi minuti ed al 47′ Gucher va vicino al gol, ma Carnesecchi respinge in angolo. Al 57′ Pinato prova ancora a sorprendere il portiere granata ma il suo tiro dalla distanza è debole e centrale. Al 63′ Baldini manda in campo Colpani al posto di Corapi ma le cose non cambiano. Potevano invece cambiare al 64′ quando Moscati lancia un missile terra-aria dalle parti di Gori che riesce a respingere la palla con grande intervento. A due passi c’è Biabiany che colpisce la palla per due volte consecutive a distanza ravvicinata ma non riesce a segnare. Al 67′ il Pisa cala l’asso è si porta sul 3-1. L’esterno granata Candela perde palla a centrocampo, la difesa del Trapani è scoperta e per Moscardelli è un gioco da ragazzi metterla dentro su un suggerimento di Pinato. L’attaccante del Pisa verrà sostituito qualche minuto dopo uscendo dal campo con gli applausi del Provinciale. Al 74′ l’episodio che potrebbe incidere sul futuro del Trapani. La Curva smette di tifare e comincia a contestare Baldini chiedendogli di andare via. Qualcuno gli fa eco anche dalla tribuna. Al 77′ Colpani finisce tra gli ammoniti per simulazione in area di rigore. La manovra del Trapani rimane lenta, a tratti farraginosa e con il passare del tempo il pallone s’è fatto sempre più pesante. Al triplice fischio finale ancora qualche contestazione contro Baldini.

Notizie Correlate