• Home »
  • Sport »
  • TIM CUP: TERNANA-TRAPANI 0-1, ED ORA C’E’ IL TORINO DI BELOTTI

TIM CUP: TERNANA-TRAPANI 0-1, ED ORA C’E’ IL TORINO DI BELOTTI

Ternana-Trapani 0-1

TERNANA: Plizzari, Sernicola (13’st J.Ferretti), Favalli, Valjent (31′ Carretta), Signorini, Varone, Albadoro, Marino, Tiscione, Paolucci, Defendi. A disposizione: Bleve, Di Paolantonio, Di Sabatino, Zanon, Bordin, Capitani, Canalicchio, Franchini, Montalto. Allenatore Sandro Pochesci

TRAPANI: Marcone, Pagliarulo, Taugordeau, Ferretti, Fornito, Murano, Fazio, Silvestri, Maracchi (34’st Aloi), Canotto (26’st Reginaldo), Visconti. A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Rizzo, Sparacello, Canino, Sammartano, Steffè. Allenatore Alessandro Calori

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta. Assistenti: Pasquale Cangiano di Napoli e Pasquale Capaldo di Napoli; Quarto Uomo: Federico Dionisi dell’Aquila

Rete: Murano 41’st

Tra cinque giorni, granata contro granata. Il Trapani vince in trasferta contro la Ternana e passa al terzo turno di Tim Cup. Giocherà contro il Torino, a Torino. Vittoria meritata, quella della squadra di mister Alessandro Calori, che è passata al “Libero Liberati” con un gol del bomber Murano al 42′ del secondo tempo. Tre reti in due partite per l’attaccante granata che si fa sempre trovare pronto all’appuntamento con il gol. Il Trapani è sceso in campo con la stessa squadra che aveva strappazzato la Paganese al Provinciale con un secco 6-0. Marcone in porta, difesa a quattro con Fazio a destra, Pagliarulo e Silvestri centrali e Visconti a sinistra. A centrocampo Maracchi, Taugordeau e Fornito, a destra Ferretti, a sinistra Canotto ed al centro dell’attacco Murano. Un 4-3-3 che si va sempre più irrobustendo. I granata, in Tim Cup, hanno segnato 7 reti senza subirne neanche una. La gara del “Liberati” è stata fortemente condizionata dal caldo. L’arbitro Abbatista non ha avuto remore ad utilizzare il “time out”, durante la gara, per consentire alle due squadre di dissetarsi. I primi 20′ di gara sono stati abbastanza noiosi. La Ternana ha risposto con un 3-5-2 che ha poi dovuto lasciare per mettere la difesa a quattro. Il primo tempo è stato avaro di emozioni ma se c’era una squadra che aveva provato a fare qualcosa di più dell’ordinaria amministrazione questa era il Trapani. Al 24′ Ferretti si è presentato a tu per tu con il portiere della Ternana Plizzeri che è stato bravo a deviare la palla in angolo. Qualche minuto dopo Taugordeau ha impegnato severamente l’estremo difensore della Ternana con un calcio di punizione pericoloso. La Ternana si è fatta vedere con Tiscione, il più talentuoso della sua squadra ma Marcone è stato attento ed ha parato un suo tiro centrale. Nel secondo tempo la partita ha tenuto un ritmo basso ma i granata hanno progressivamente preso campo giocando sulle fasce con Ferretti e Canotto e provando a cercare Murano con i lanci di Taugordeau. Ancora una partita di altissimo livello da parte di Maracchi che ha recuperato tantissimi palloni a centrocampo ed ha provato anche a proporsi in fase offensiva. Al 34′ del secondo tempo mister Calori gli ha concesso il giusto riposo, sostituendolo con Aloi, così come aveva fatto nella gara contro la Paganese. Positiva anche la gara di Visconti che ha spinto di più sulla fascia sinistra e qualche suo cross avrebbe meritato miglior sorte. Nel secondo tempo spazio e “gloria” per il neoacquisto Reginaldo. E’ entrato al 25′ al posto di Canotto ed ha fatto sentire il peso della sua classe in campo. Ha ottenuto più di un fallo strategico per il Trapani, ha saputo tenere palla quando c’era da bloccare la Ternana ed ha pure puntato la porta. Nel finale Calori ha messo dentro Rizzo al posto di Murano portando la difesa a cinque, ma erano ormai soltanto gli ultimi minuti di gara. Il tecnico della Ternana Sandro Pochesci ha tentato la carta dell’ex lanciando nella mischia Adriano Montalto che non ha avuto un impatto significativo sulla partita.

Commenti

commenti