SALERNITANA-TRAPANI 1-0, DUE RIGORI NEGATI AI GRANATA E DUE PALI, UNO DI TAUGOURDEAU E L’ALTRO DI EVACUO

Facebook

10 Febbraio 2020

Salernitana-Trapani 1-0

Rete: Djuric (S) 12′.

Salernitana: Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Dziczek, Maistro (55′ Kiyine), Cicerelli (72′ Lopez); Djuric, Gondo (61′ Giannetti). All.Ventura

Trapani: Carnesecchi; Pirrello, Strandberg, Scognamillo; Kupisz, Luperini, Taugourdeau, Coulibaly (76′ Colpani), Del Prete (46′ Grillo); Piszczek (61′ Evacuo), Pettinari. All.Castori

Arbitro: Di Martino

Ammoniti: Coulibaly (T), Maistro (S), Dziczek (S), Piszczek (T), Lopez (S)

La partita. Siamo alle solite. Due calci di rigore non concessi al Trapani e vittoria immeritata alla Salernitana. Se i campani sono una squadra che lotta per la serie A, i granata non possono lottare per non retrocedere. Nel secondo tempo hanno schiacciato la squadra di Ventura nella sua trequarti ma la fortuna non bacia Castori ed i suoi ragazzi. Poi ci si mette il solito arbitro che nei minuti di recupero non vede Aya che mette giù Pettinari tirandogli la maglia e non vede un tocco di mano ancora in area di rigore su un tiro di Evacuo. Comincia ad essere un bilancio pesante, quello dei torti arbitrali. Il Trapani merita rispetto ed invece continua a prendere “sberle” che fanno male. Il Trapani sbaglia soltanto al 12′ quando consente a Djuric di segnare come in un’azione di allenamento. Un’amnesia difensiva che costa cara. Per resto i granata sbagliano davvero poco e fanno la gara per almeno 70′. La Salernitana è stata costretta a difendersi e soltanto la fortuna, il palo di Evacuo, colpito al 73′, trema ancora consente ai padroni di casa di prendersi 3 punti. Alla fortuna va comunque aggiunto l’aiuto concreto dell’arbitro che non ha avuto il coraggio e la responsabilità di fischiare i due rigore lampanti. Salvarsi con gli arbitri decisamente contro è davvero difficile ma il Trapani deve continuare a crederci. Mister Castori ha schierato una nuova formazione, ma sempre con il 3-5-2. Pirrello terzo di difesa al posto dell’infortunato Fornasier, Kupisz a destra al posto di un altro infortunato, Moscati e Piszczek al centro dell’attacco al fianco di Pettinari. L’attaccante polacco ha stentato un po’ ad entrare nel gioco ma ha fatto vedere tutta la sua fisicità, Pirrello ha dato equilibrio al reparto difensivo che ha una sola pecca, il gol di Djuric. Trapani che può essere fiducioso per la prestazione non certo per il risultato. C’è già da pensare alla prossima trasferta ed allo scontro diretto con la Cremonese.

Primo Tempo. La Salernitana parte forte con Maistro che viene lasciato solo al limite dell’area, tiro centrale e Carnesecchi para. Al 10′ palla gol per il Trapani. Fa tutto Pettinari, si libera in area, scarica su Luperini che gli ridà la palla ma l’esterno destro dell’attaccante granata viene deviato da Micai in uscita. Al 12′ arriva la rete della Salernitana. Cross di Lombardi (ex granata) e colpo di testa di Djuric che non può sbagliare perché si trova senza marcatura in area di rigore. Gol facile e difesa granata insufficiente. Al 15′ ancora Trapani pericoloso con una punizione dalla destra di Taugordeau, il suo tiro finisce sul palo su deviazione di Micai. Salernitana ci prova ancora con Maistro, il suo tiro finisce fuori da poco, ancora una volta troppo spazio a centrocampo. Al 21′ ci prova dalla distanza Cicirelli, tiro da dimenticare alto sulla traversa. Al 23′ Djuric riceve palla in area di rigore, si gira, tira e trova Carnesecchi pronto. Al 27′ Luperini è nell’area piccola della Salernitana, colpisce la palla di testa ma manda fuori sull’assist di Strandberg. Al 42′ occasione gol per la Salernitana, il colpo di testa di Gondo finisce fuori di poco. Due minuti di recupero che il Trapani gioca in buona parte in dieci perché si fa male Del Prete che deve lasciare il campo.

Secondo Tempo. Comincia con la sostituzione di Del Prete. Al suo posto Grillo. Al 52′ Trapani pericoloso con Kupisz che scambia con Pettinari e prova il suo sinistro che finisce fuori di poco. Al 55′ la Salernitana sostituisce Maistro con Kiyine. Ancora sostituzioni al 61′, con Giannetti al posto di Gondo e con il Trapani che punta su Evacuo al posto di Piszczek. Al 69′ Lombardi s’invola sulla destra, gran tiro ma Carnesecchi è attento e para. Al 72′ mister Ventura manda in campo Lopez al posto di Cicirelli. Al 73′ Evacuo anticipa di netto il suo avversario su un suggerimento di Coulibaly ma la palla si stampa sul palo alla destra di Micai. Al 75′ mischia furibonda nell’area di rigore della Salernitana con la palla che finisce in calcio d’angolo. Al 76′ mister Castori si gioca la carta Colpani che prende il posto di Coulibaly. All’82’ altro brivido per la difesa della Salernitana che si salva in corner. All’89’ Pettinari calcia in corsa dal limite dell’area ma Aya riesce a sporcare il tiro che arriva debole tra le braccia di Micai. L’arbitro concede 5′ di recupero e comincia il suo show personale. Ammonisce Evacuo per simulazione su una mischia in area. Le immagini dicono altro. Aya spinge Evacuo che si lascia cadere ma da qui alla simulazione ci vuole davvero tanto. Poi al 93′ chiude gli occhi di fronte ad Aya che tira la maglia di Pettinari che finisce a terra in piena area di rigore. Al 94′ la Salernitana, con il Trapani ormai tutto avanti, sfiora il raddoppio con Giannetti che servito da Kiyine in area di rigore si fa ipnotizzare da Carnesecchi che devia il suo tiro a botta sicura. Capovolgimento di fronte, palla lunga verso l’area della Salernitana, Evacuo aggancia la palla tira e Aya la prende con la mano ma per il direttore di gara non è successo nulla. Anzi, prima di fischiare la fine della partita espelle uno del Trapani dello staff tecnico e fa il guascone a centrocampo a gara conclusa. Castori incontenibile e Trapani che non ha potuto che sfogare tutta la sua rabbia prima di andare negli spogliatoi. Salernitana chiaramente aiutata dall’arbitro.

Notizie Correlate