• Home »
  • Attualità »
  • BIRGI, UNA MINI SUMMER TARGATA RYANAIR. VERTICE PER IL RILANCIO DELL’AEROPORTO

BIRGI, UNA MINI SUMMER TARGATA RYANAIR. VERTICE PER IL RILANCIO DELL’AEROPORTO

A piccoli passi verso il rilancio dell’aeroporto di Birgi. Ryanair mette in primo tassello sulla Summer 2020. Oggi potrebbero esserci notizie ancora più importanti sull’aeroporto perché il presidente di Airgest Salvatore Ombra sarà faccia a faccia con i vertici della compagnia aerea irlandese. Nelle casse della società di gestione del “Vincenzo Florio” ci sono 9 milioni di euro della Regione. Ma intanto si possono incassare i voli per Bergamo, Bologna e Praga dal 29 marzo dell’anno prossimo. In particolare: Trapani-Bergamo (ogni mercoledì, giovedì, sabato e domenica); Trapani-Bologna (da lunedì a domenica); Trapani-Praga con le frequenze ancora da definire. Una boccata d’ossigeno per un aeroporto che, al momento può contare sui voli Alitalia per Roma (frequenza giornaliera) e per Milano (frequenza giornaliera), sul collegamento con Pantelleria della DAT (due voli al giorno con frequenza giornaliera) – si tratta della continuità territoriale – e con Napoli (venerdì e lunedì) da parte dellq HelloFly. Dal 17 giugno 2020 ci sarà anche un collegamento con Torino della Blue Air. Il commento del presidente Ombra su nuovi voli Ryainar (già acquistabili) rimanda ad un cauto ottimismo: “La notizia è da prendere con positività, dato che sembrava ormai certo che nella prossima Summer non fosse previsto alcun collegamento operato da Ryanair”. Ma sarà il vertice di oggi a dire se ci sarà una nuova stagione di rilancio dell’aeroporto con il marchio della compagnia irlandese che continua a rappresentare, lo dice la storia di questi anni, l’unico strumento di crescita del “Vincenzo Florio”.

Commenti

commenti