ERICE, L’ASSESSORE DE VINCENZI LASCIA L’AULA. NOVITA’ A DESTRA

Al consiglio comunale di Erice si cambia. Luigi De Vincenzi non sarà più assessore e consigliere ma soltanto assessore. Si è dimesso dalla carica consiliare ed ha motivato così la sua decisione: “I molteplici impegni istituzionali che derivano dalla carica di assessore hanno determinato questa scelta che mi consentirà di proseguire con sempre maggiore energia ed impegno l’incarico di componente della giunta”. Scelta che ha anche una sostanza politica, quella di fare scorrere la lista (Insieme con Giacomo Tranchida) per valorizzare l’apporto elettorale di chi ha partecipato al voto ma è rimasto fuori dal consiglio. Come Simone Vassallo, primo dei non eletti, che alla prima seduta utile prenderà il posto del dimissionario De Vincenzi che la sindaca ha chiamato in giunta lo scorso mese di febbraio. Il passaggio di consegne non avrà ripercussioni sulla coalizione che sostiene l’amministrazione. E’ infatti una questione interna ad una delle liste che hanno sostenuto Toscano in campagna elettorale. Novità sostanziali dovrebbero invece arrivare dall’opposizione. Qualche giorno fa il consigliere Giuseppe Vassallo ha scelto di aderire a Fratelli d’Italia lasciando Diventerà Bellissima. Alla convention marsalese di FdI era in prima fila di un’affollata platea di dirigenti e simpatizzanti del partito di Giorgia Meloni. Accanto a lui, il consigliere Alessandro Manuguerra che sui social e con gli immancabili selfie non ha nascosto la sua vicinanza e la sua disponibilità a collaborare con Fratelli d’Italia. Se le intese tra i due consiglieri ed FdI avranno ulteriori conferme, anche consiliari, l’aula non potrà fare altro che registrare l’ingresso nel dibattito politico ericino del nuovo corso della destra trapanese.

Commenti

commenti