TRAPANI, GIOVANE ARRESTATO PER MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA

Soldi per comprare droga. La richiesta agli anziani genitori che dovevano subirla con le buone o con le cattive. Ma il giovane 25 enne di Xitta, figlio della coppia, è andato oltre ed è finito in carcere dopo l’intervento dei carabinieri. E’ accaduto tutto stamattina. Una telefonata della madre, che si era chiusa in camera da letto, per non dargli i soldi. L’arrivo dei carabinieri e la loro capacità di portare il giovane a più miti consigli. La casa era in disordine, la cucina messa a soqquadro e la porta della camera da letto divelta. L’anziana madre infatti non era riuscita ad evitare del tutto la reazione del figlio. M.G. aveva forzato la serratura ed entrato nella camera da letto si era impossessato del telefono cellulare della madre. L’aveva poi scaraventato per terra, rompendolo. Non è riuscito a fare altro perché , nel frattempo, sono arrivati i carabinieri che si sono presi cura della madre. Da qui la decisione del giovane di uscire di casa per evitare di dover rendere conto del suo operato. Ma dopo qualche minuto M.G. ci ripensato ed è tornato a casa scagliandosi contro i suoi genitori e gli stessi carabinieri che non hanno però reagito con la forza. Sono invece riusciti a tranquillizzarlo ed a portarlo in seguito in caserma. Sono così scattate le accuse di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e violenza privata.

Commenti

commenti