• Home »
  • Politica »
  • “SICILIANI VERSO LA COSTITUENTE”, DORIANA LICATA AL VERTICE: “DIGNITA’ AI TERRITORI”

“SICILIANI VERSO LA COSTITUENTE”, DORIANA LICATA AL VERTICE: “DIGNITA’ AI TERRITORI”

“Prima di tutto il territorio, prima di ogni cosa la Sicilia”. Doriana Licata ci tiene a ribadire che non è un slogan. “Sarà – aggiunge – la nostra missione politica per dare forza e concretezza al progetto di Siciliani verso la Costituente”. Toccherà all’ex assessore provinciale guidare il movimento trapanese: “Siamo pronti a costruire un progetto credibile per lo sviluppo delle nostre città. Autonomisti e sicilianisti per cambiare davvero. Senza contrapposizioni ma con il confronto ma anche con la consapevolezza di avere idee e programmi per ridare dignità alla nostra terra”. La neo coordinatrice provinciale rimanda al Consiglio Nazionale che si terrà sabato prossimo a Trapani ma traccia già il percorso che intende seguire: “Dialogo con i cittadini, confronto con le istituzioni, apertura ed attenzione alle categorie produttive ed al mondo del lavoro. Non siamo interessati alle vecchie logiche di potere. Saremo invece i sostenitori del potere dei senza potere, di chiede e non ottiene, di chi vuole investire e non trova interlocutori credibili, di chi vuole affrancare la Sicilia dal sottosviluppo”. La coordinatrice Licata avrà al suo fianco il presidente dell’assemblea Giorgio Aiuto Garsia. “Siciliani verso la Costituente – hanno sottolineato i due nuovi dirigenti del movimento – rappresenta l’occasione, forse l’ultima, per tutti noi, di offrire ai nostri figli un futuro migliore, adeguato alle potenzialità che la Sicilia possiede ma che fin qui sono state negate, in favore di altre parti del Paese. In questo senso lavoreremo tutti i giorni tra la gente e dentro le istituzioni”. Il movimento trapanese può contare anche sulla presenza nel coordinamento nazionale di Livio Daidone. I lavori del Consiglio Nazionale del 16 marzo saranno aperti dalla relazione del coordinatore Salvo Fleres. All’ordine del giorno: Ammnistrative, Europee, linea politica e programmatica e nuovo nome per il movimento.

Commenti

commenti