TRAPANI, SPACCIAVA AI “DOMICILIARI”. I CARABINIERI LO PORTANO IN CARCERE

Era agli arresti domiciliari a continuava a spacciare droga. Il trapanese Farizio Fedele (32 anni) è però finito sotto osservazione ed ora si trova in carcere perché i Carabinieri si sono insospettiti per il continuo via vai dalla sua abitazione, soprattutto nelle ore serali, ed hanno deciso d’intervenire. Troppi giovani giravano attorno alla casa di Fedele e troppa gente arrivava, in auto, scendeva velocemente recandosi verso l’abitazione di Fedele per poi andare via velocemente. I Carabinieri hanno deciso di vederci chiaro ed hanno avuto ragione, perché dopo la perquisizione personale e domiciliari hanno trovato due pezzi di hashish, uno da poco più di 30 grammi, l’altro di 44,5 grammi e 4 dosi di 7 grammi già pronte per essere vendute sul mercato. In casa del Fedele – con predecenti penali- anche 150 euro in banconote da 50, un bilancino di precisione ed un coltello sporco di hashish. Fedele è così passato dai domiciliari al carcere.

Fabrizio Fedele

Commenti

commenti