MAZARA, L’EX SINDACO MACADDINO SI SCHIERA. LA SINISTRA E’ PIU’ FORTE

Fino a ieri era una domanda che teneva l’area di centrosinistra in una condizione d’incertezza. Che farà l’ex candidato sindaco e dirigente sindacale della Uil Giorgio Macaddino? La risposta è arrivata. Alle prossime Comunali sosterrà il progetto civico “SiAmo Mazara”. Una decisione che rimanda anche agli equilibri interni al Partito Democratico. Quello mazarese è sempre più renziano con la segretaria Teresa Diadema e sempre più lontano dalle altre componenti dem. Una parte sempre più consistente di democratici ed ex democratici ha scelto il progetto civico. Tra i primi l’ex consigliere provinciale Giovanni Palermo, in compagnia dei consiglieri comunali Giacomo Mauro e Pasquale Safina, dell’ex componente della segreteria provinciale del Pd Calcedonio Iemmola e della dirigente dem Caterina Agate. Ora anche Macaddino. Con la premessa che la Uil non c’entra e che le scelte dei suoi iscritti e dirigenti sono autonome e con la sostanza che il forte sindacato cittadino metterà le sue energie a disposizione di “SiAmo Mazara”. Un ulteriore elemento di novità sta nel fatto che Macaddino entra, di diritto, tra i papabili per la candidatura a sindaco della coalizione che dovrà sostenere il progetto civico. Oltre a Macaddino hanno aderito anche il consigliere comunale Matteo Bommarito, eletto nella lista “Insieme si Può” che nel 2014 sosteneva la candidatura a sindaco di Vito Torrente che venne sconfitto da Nicola Cristaldi al ballottaggio. Spazio nel nuovo movimento anche per due ex consiglieri, Filippo Gabriele, detto Randazzo, e Gioacchino Iemmola. La nota di “SiAmo Mazara” ha voluto sottolineare il peso politico delle nuove adesioni: “Un progetto in continua crescita, che mira realmente a costruire una nuova classe politica e dirigente per la città ed un futuro di benessere economico, culturale e sociale per tutti i cittadini, in particolar modo per le nuove generazioni”. Il progetto è condiviso da associazioni, comitati di quartiere ed organizzazioni territoriali. Sul fronte politico, oltre a buona parte del Pd, può anche contare sulla sinistra del Movimento Democratico Progressista. Il portavoce di “SiAmo Mazara” è Leandro Bianco, rappresentante di Articolo 1-Mdp.

Commenti

commenti