• Home »
  • Sport »
  • TRAPANI-VIBONESE 2-1, NZOLA “SPACCA” LA PARTITA E TOSCANO FA SOGNARE IL PROVINCIALE

TRAPANI-VIBONESE 2-1, NZOLA “SPACCA” LA PARTITA E TOSCANO FA SOGNARE IL PROVINCIALE

Trapani-Vibonese 2-1

Reti: Bubas (V) 59′, Nzola (rig.) 66′, Toscano 82′

Trapani: Dini, Scrugli (Franco 46′), Mule’, Pagliarulo, Costa Ferreira, Corapi, Toscano, Aloi (Garufo 64′), Ferretti (Nzola 57′), Evacuo, Fedato (Dambros 81′). A disposizione: Kucich, Ferrara, D’Angelo, Lomolino, Girasole. All. Italiano

Vibonese: Mengoni, Tito, Silvestri, Finizio (Cani 88′), Obodo, Camilleri, Collodel (Ciotti 88′), Melillo (Altobello 71′), Bubas, Taurino, Scaccabarozzi. A disposizione: Zampaglione, Franchino, Malberti, Raso, Carrozza, Maciucca. All. Orlandi

Arbitro: Marco D’Ascanio di Ancona; assistenti: Simone Assante di Frosinone e Tiziano Notarangelo di Cassino

Note: Ammoniti Melillo (V), Evacuo (T), Obodo (V)
Calci d’angolo
Spettatori: 2.733
Recuperi: 0 pt; 4′ st.

Vittoria sofferta. La Vibonese non ha concesso nulla al Trapani che i tre punti se li è meritati sul campo. I granata passano per 2-1 in rimonta e mettono il sigillo su una gara che soltanto chi dimostra di essere squadra può vincere. Ed il Trapani – brutto nel primo tempo – ha saputo esserlo nei momenti topici. La pausa è sempre pericolosa ed il Trapani l’ha sentita. Squadra lenta nel primo tempo e con poche idee per fare male agli avversari. Vibonese invece pimpante e ben attrezzata in mezzo al campo con Melillo e capitan Obodo a dettare i tempi. Al 12′ Finizio fa parte un diagonale insidioso che Dini manda in angolo. Al 21′ è Fedato, neo acquisto granata, ad avere la palla del vantaggio: prova a scavalcare Mengoni con un pallonetto ma il portiere ospite è attento e manda in angolo. Al 30′ è Taurino a mettere paura alla difesa granata che si rifugia in corner. Primo tempo stentato e pubblico che rischia di spazientirsi perché il Trapani non riesce a fare girare palla e sbaglia molto. Anche mister Italiano non è per nulla soddisfatto e comincia una personalissima battaglia con il suo giubotto, che toglie quando s’infervora, per poi rimetterlo quando sente freddo. Sfida che continuerà fino al fischio finale, con il giubotto ad avere la meglio perché Italiano ha deciso d’indossarlo uscendo dal campo. Il secondo tempo si apre con una sostituzione granata. Dentro l’altro neo acquisto Franco, fuori Scrugli. Al 1′ della ripresa palla gol per Ferretti imbeccato da Costa Ferreira, ma Mengoni è pronto e para. Al 4′ Obodo ci prova da fuori, palla alta sulla traversa. Al 7′ Finizio si fa oltre 30 metri palla al piede, mette in area per l’accorrente Taurino che anticipa i difensori granata ma non trova lo specchio della porta. All’11’ finisce la gara di Ferretti, al rientro dopo l’infortunio, e dentro Nzola. Al 12′ Bubas pericoloso ma Dini para. Ma un minuto dopo, a causa di un disimpegno sbagliato di Aloi, la Vibonese passa in vantaggio proprio con Bubas. Errore che Aloi paga caro. Mister Italiano decide infatti di sostituirlo dopo 5′ con Garufo. Al 19′ il pareggio del Trapani, tutto di marca Nzola. L’attaccante granata si libera sulla fascia destra, entra in area e viene vistosamente messo giù. L’arbitro D’Ascanio non ha dubbi: calcio di rigore. Nzola si prende la palla, e con il suo sinistro spiazza Mengoni. La Vibonese corre ai ripari sostituendo Melillo con Altobello. Al 27′ ancora Nzola dirompente. Entra in area di rigore, si libera di un avversario e fa partire un diagonale che sfiora il palo alla destra di Mengoni. Mister Italiano chiama in causa Dambros che al 35′ prende il posto di Fedato. Al 37′ il gol partita del Trapani e soprattutto del trapanese Marco Toscano che raccoglie al volo un colpo di testa di Obodo sugli sviluppi di un cross di Garufo. Il Provinciale esplode di gioia, Toscano resta a terra per crampi. Al 43′ doppia sostituzione della Vibonese con Finizio che lascia per Cani e Collodel per Ciotti. L’arbitro concede 4′ di recupero che il Trapani fa passare con grande mestiere da parte di Corapi e Costa Ferreira che portano a casa calci d’angolo e soprattutto fanno scorrere il cronometro. A fine gara grande festa della curva che intona: “Mister Italiano portaci lontano”.

Il 4-3-3 di mister Italiano

Il tecnico granata si gioca la carta Nzola al momento giusto e l’attaccante lo ripaga con una prestazione che ha cambiato volto alla squadra. Non è la prima volta, a conferma del processo di maturazione di Nzola, che sta interpretando, sempre meglio, il ruolo di attaccante esterno che Italiano sta provando a cucirgli addosso. Tecnico granata che si tappa le orecchie quando la tribuna chiede la sostituzione di Toscano che, con le ultime forze ancora a disposizione, riesce a trovare lo spunto per portare in vantaggio la sua squadra con un tiro da fuori che ricorderà a lungo. Buon esordio per i due neo acquisti. Fedato, dal primo minuto, e Franco nella ripresa. Hanno cercato e sono stati cercati dai compagni, segno evidente che si sono già ambientati. Ancora una volta generoso e reattivo Costa Ferreira: comincia esterno basso di sinistra, passa a destra quando entra Franco, continua a centrocampo nella parte finale della partita. Un jolly tattico che sta facendo grandi cose. Italiano vuole più squadra in campo ed alla fine riesce ad averla, conquistando 3 punti pesanti.

Gli avversari

Gran bella squadra quella di mister Orlandi. Si presenta al Provinciale per giocare a viso aperto e per tutto il primo tempo riesce ad imbrigliare i granata ed a giocare meglio, anche giocando meglio del Trapani. Nel secondo tempo ha una palla gol e non la sbaglia. Continua a macinare gioco e mette i granata in difficoltà. La Vibonese sbaglia davvero poco, ma non s’accorge che il Trapani comincia a crescere quando la fascia sinistra viene presidiata da Franco e Fedato a sinistra e da Garufo e Nzola a destra. I due gol granata arrivano da altrettante incursioni di fascia, a destra.

Commenti

commenti