• Home »
  • Sport »
  • BISCEGLIE-TRAPANI 0-3. GRANATA SPIETATI, VINCONO E CONVINCONO

BISCEGLIE-TRAPANI 0-3. GRANATA SPIETATI, VINCONO E CONVINCONO

Bisceglie-Trapani 0-3

Reti: Marras 3’, Murano 47’st, Evacuo 84’st

Bisceglie: Crispino, Petta, Jurkiic, Partipilo, Jovanovic, Giron, Vrdoljac (19’st Lugo Martinez), Boljat, Migliavacca (26’st Gabrielloni), Markic (13’st Montinaro), Dentello. A disposizione: Raucci, Toskic, D’Ancora, Vassallo, Delvino, Risolo, Alberga. All. Annunziato Zavettieri
Trapani: Furlan, Rizzo (31’st Visconti), Legittimo, Bastoni (20’st Girasole), Reginaldo, Murano (20’st Evacuo), Fazio, Silvestri, Maracchi, Palumbo (33’st Steffè), Marras. A disposizione: Pacini, Ferrara, Bajic, Pagliarulo, Dambros, Canino, Minelli. All. Alessandro Calori

Arbitro: Cristian Cudini di Fermo; Assistenti: Giuseppe Di Giacinto di Teramo, Andrea Micaroni di Chieti

Note: Ammoniti Migliavacca, Gabrielloni nel Bisceglie – Bastoni, Palumbo, Reginaldo nel Trapani; Espulso Giron (B) al 41’st; Recuperi: 1’pt-4’st; Corner: 9-3

Pronto riscatto del Trapani dopo la delusione per il rocambolesco 3-3 contro il Catanzaro. La squadra di mister Calori entra in campo con determinazione e dopo 3′ è già in vantaggio con Marras. Nei primi 10′ di gara c’è stata una sola squadra in campo ed il Bisceglie non ha mai visto la palla. Poi il Trapani ha abbassato il baricentro ed ha concesso qualcosa al Bisceglie che si è reso pericoloso in più di una occasione. Ma i granata hanno sempre dato l’impressione di essere nelle condizioni di controllare le folate offensive degli avversari. Non ci sono stati cali di tensione e la squadra ha saputo soffrire quando c’era da rimanere sotto pressione per evitare che il Bisceglie rientrasse in partita. Il Trapani del secondo tempo, a differenza della gara casalinga con il Catanzaro, è stato lo stesso del primo. Cinico e pronto a chiudere la partita con il gol di Murano che è scattato sul filo del fuori gioco ed ha bruciato, con un pallonetto, il portiere in uscita. La rete di Evacuo nella parte finale della partita ha chiuso i conti e scacciato i fantasmi che potevano aggirarsi nel team granata. Una vittoria pesante ed importante che dà forza alla richiesta di mister Calori: “Lasciateci lavorare”. Ed è proprio il caso di seguire la sua richiesta perché la squadra è in crescita. Calori ha puntato, come contro il Catanzaro, sul 3-5-2 e la squadra ha risposto bene. Ancora tre gol che confermano la fluidità dell’azione d’attacco. Difesa più sicura anche con l’assenza di capitan Pagliarulo e centrocampo più equilibrato con Palumbo al centro, Maracchi a destra e Palumbo a sinistra. In attacco grande dinamismo e qualità di Reginaldo.

Primo Tempo. Inizio infernale del Trapani che aggredisce il Bisceglie in ogni parte del campo e non è un caso se già al 3′ i granata di mister Calori sono già in vantaggio. Cross di Rizzo, Reginaldo lavora bene la palla in area, scarica per Marras che arriva dalle retrovie ed il suo sinistro a giro non lascia scampo al portiere Crispino. Al 6′ granata vicini al raddoppio con un colpo di testa di Fazio che raccoglie un cross di Rizzo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Poi il Trapani abbassa il suo baricentro e concede spazio e campo al Bisceglie. All’11’ un cross di Jurkic mette la palla in area dalla sinistra, ma Jovanovic colpisce male la palla che attraversa tutta la difesa granata. Al 12′ Partipilo ci prova dalla distanza ma il suo tiro è debole e centrale e Furlan non ha problemi a bloccarlo in presa. Al 16′ un cross di Boljat attraversa tutta l’area di rigore del Trapani. I granata provano a rispondere al 24′ con un cross di Rizzo che non trova nessun compagno in area di rigore. Al 26′ l’occasione più pericolosa del Bisceglie, Rizzo prova a controllare la palla fuori ma Migliavacca gli ruba tempo e palla e mette in area per l’accorrente Azzi che mette il piattone ma manda la palla sulla traversa a porta vuota. Al 28′ ammonito Migliavacca per un fallo su Rizzo. Al 31′ la prima sostituzione per il Trapani. Si fa male Rizzo ed entra al suo posto Visconti. Al 40′ ammonizione per Bastoni. Al 41′ il Bisceglie vicino al pareggio con una punizione che Furlan toglie con le dita dalla rete. L’arbitro concede 1′ di recupero, ma il Trapani tiene e va negli spogliatoi in vantaggio.

Secondo Tempo. Il Trapani comincia la seconda frazione di gara come la prima e dopo 2′ raddoppia con Murano. Combinazione Reginaldo-Marras, palla in area per l’attaccante granata che anticipa il portiere del Bisceglie e mette in rete. I padroni di casa provano a reagire. Al 48′ Boljat manda fuori. Al 50′ un tiro a sorpresa di Giron da oltre 30 metri esalta Furlan che manda in angolo in tuffo. Bisceglie in pressione con Azzi che dal limite dell’area sulla destra sparacchia fuori. E’ 53′ del secondo tempo. Al 56′ ancora Bisceglie pericoloso con Partipilo. Gran tiro di sinistro, dalla sinistra e Furlan dice ancora no mandando la palla in angolo. Comincia il giro delle sostituzioni. Mister Calori, al 65′, manda dentro Evacuo al posto di Murano e Girasole al posto di Bastoni. Al 67′ Palumbo brucia le mani di Crispino con una punizione da 30 metri, la respinta del portiere della difesa arriva sui piedi di Girasole che prova a piazzarla nell’angolo ma la palla viene deviata, arriva ancora Palumbo ma il suo sinistro va fuori. Al 69′ una punizione di Lugo Martinez impensierisce Furlan che manda in angolo. Al 77′ “miracolo” di Furlan su Jovanovic che si trova in piena area di rigore la palla del 2-1 ma tira su Furlan. Al 78′ dentro Steffè per Palumbo ormai in debito d’ossigeno. Al 84′ il Trapani mette la gara in cassaforte con il gol di Evacuo che gira di sinistro un cross di Visconti. Nel finale di gara il Bisceglie resta in dieci per l’espulsione di Giron per un fallo su Maracchi. L’arbitro concede 4′ di recupero ma il Trapani controlla la partita e non concede spazi alla squadra di mister Zavettieri.

 

 

Commenti

commenti