• Home »
  • Politica »
  • MARSALA, RICORSO AL TAR CONTRO IL PIANO PAESAGGISTICO. IL SINDACO: “CITTA’ PENALIZZATA”

MARSALA, RICORSO AL TAR CONTRO IL PIANO PAESAGGISTICO. IL SINDACO: “CITTA’ PENALIZZATA”

Non piace a nessun sindaco ed a quello di Marsala ancora meno. Ecco perché il primo cittadino Alberto Di Girolamo ha deciso di presentare un ricorso al Tar contro il Piano Paesaggistico Ambiti 2/3. Il Comune potrà contare sull’avvocato Guido Corso. Impugnato il decreto dell’assessorato regionale, con la richiesta di sospensione dell’atto. L’amministrazione Di Girolamo non ci sta. Le carte e le memorie che sono state trasmesse a Palermo sono rimaste lettera morta. Da qui il ricorso al Tar per difendere gli interessi del territorio comunale. “Valutate tutte le possibili azioni per fare rispettare gli interessi territoriali – ha sottolineato Di Girolamo – la via obbligata era quella giurisdizionale. Abbiamo
puntualmente e dettagliatamente motivato il ricorso, tenuto conto delle violazioni emerse, soprattutto con riferimento alla concertazione istituzionale che avrebbe dovuto precedere l’adozione del Piano Paesaggistico. Ancor più grave è il fatto che l’applicazione delle restrizioni al territorio di Marsala comporterebbe conseguenze negative su importanti progetti in corso e sulla progettualità futura per lo sviluppo della città”. La tutela delle risorse ambientali e culturali della città non può essere messa in contrapposizione con lo sviluppo economico, agricolo e turistico di Marsala. E’ questa, in sintesi, la motivazione che ha portato Di Girolamo ad aprire il contenzioso giudiziario con la Regione.

Commenti

commenti