CITTADELLA-TRAPANI 3-2, SCONFITTA AMARA PER I GRANATA. GOL BEFFA NEGLI ULTIMI SECONDI DI GARA

Facebook

28 Febbraio 2017

Trapani beffato al 94′ da gol di fortuna di capitan Iori che prova a colpire di testa su un calcio d’angolo dubbio ma prende la palla con il ginocchio e la mette in rete per il 3-2 che piega le gambe ad i granata. La squadra di mister Calori era riuscita a recuperare dopo essere andata sotto per 2-1, con un rigore di Citro che aveva messo il risultato al sicuro, ma la fortuna ha voltato le spalle al Trapani che torna a casa senza punti. Il Cittadella non ha per nulla meritato i 3 punti ma il calcio è anche questo. I granata avrebbero potuto gestire meglio la partita. Erano passati in vantaggio nel primo tempo con Coronado. Ma poi si sono fatti recuperare da un gol di Chiaretti arrivato al 7′ del secondo tempo. Gloria anche per l’ex granata Iunco, entrato al 30′ del secondo tempo al posto di Chiaretti. E Iunco ha ripagato mister Venturato con un gol alla sua maniera 7′ dopo. Litteri mette la palla fuori dall’area forse spostando irregolarmente Pagliarulo, Iunco controlla di sinistro e batte Pigliacelli con un tiro che salta davanti al portiere del Trapani. Una partita strana con due squadre che si sono confrontate con lo stesso modulo, 4-3-1-2 e che si sono affrontate a viso aperto fin dal primo minuto di gara. Nella prima frazione di gioco il Trapani controlla la gara. La squadra di casa non è mai pericolosa. Ci prova dopo 32” Bartolomei ma Pigliacelli è attento. Lo stesso anche al 6′ su un tiro di Paolucci. Poi nulla di più. I granata raddoppiano su ogni pallone, la squadra rimane alta e non fa giocare gli avversari. Nel secondo tempo il Cittadella prova a recuperare. Al 4′ un tiro cross di Arrighini viene bloccato da Pigliacelli. Al 7′ arriva il gol di Chiarelli. Al 9′ ancora Arrighini che prova a sorprendere il portiere granata sul primo palo ma la palla finisce fuori. Al 12′ Calori mette in campo Citro al posto di Yallow che aveva servito la palla dell’1-0 a Coronado. Il fantasista brasiliano viene richiamato in panchina al 19′. Al suo posto Nizzetto. Al 20′ Barillà ha la palla del 2-1 che avrebbe potuto cambiare il volto della partita ma il centrocampista granata non colpisce come dovrebbe e favorisce l’intervento di Alfonso che para senza problemi. Al 26′ Manconi si libera bene al limite dell’area ma il suo tiro arriva lento in porta. Al 30′ mister Venturato mette dentro Iunco ed ha ragione lui perché il gol dell’ex granata mette il Cittadella un passo avanti. Ma il Trapani non molla, crede ancora nel pareggio che arriva al 44′ su calcio di rigore. Canotto, entrato al posto di Maracchi, recupera palla, Citro prova l’anticipo in area e viene steso da Varnier. L’arbitro Baroni non ha dubbi ed indica il dischetto. Tira Citro ed è il pareggio. Si va nel recupero con le squadre che si stavano accontentando di un pareggio che stava bene ad entrambe. Squadre stanche perché hanno giocato sotto la pioggia, ma a pochi secondi dalla fine della gara, Baroni assegna un angolo quanto mai dubbio. E sugli sviluppi dell’angolo arriva Iori che non sa neanche lui come ha colpito la palla ma è il gol del 3-2 che lascia i granata senza punti. Una sconfitta che poteva essere evitata e che potrebbe pesare sul morale della squadra perché si tratta di una sconfitta assolutamente immeritata. C’è da archiviare in fretta la gara perché bisogna già pensare alla sfida casalinga contro il Latina. Dopo ci sarà un’altra trasferta pesante contro la Ternana.

Il tabellino

Cittadella: Alfonso, Salvi, Iori, Scaglia (26’ Pelagatti), Chiaretti (30’st Iunco), Pedrelli, Varnier, Bartolomei, Strizzolo (19’st Litteri), Arrighini, Paolucci. A disposizione: Paleari, Valzania, Schenetti, Pasa, Vido, Pascali. All. Roberto Venturato

Trapani: Pigliacelli, Pagliarulo, Legittimo, Manconi, Fazio, Barillà, Maracchi (42’st Canotto), Coronado (19’st Nizzetto), Visconti, Colombatto, Jallow (11’st Citro). A disposizione: Guerrieri, Curiale, Ciaramitaro, Raffaello, Rizzato, Kresic. All. Alessandro Calori

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze

Assistenti: Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore e Valerio Colarossi di Roma 2

Quarto Uomo: Marco Piccinini di Forlì

Reti: Coronado 34’, Chiaretti 8’st, Iunco 37’st, Citro (r) 45’st, Iori 48’st
NOTE: Ammoniti Alfonso nel Cittadella – Jallow, Legittimo nel Trapani; Recuperi: 3’pt-4’st; Corner: 3-2

Le pagelle dei granata

Pigliacelli 6: prende tre gol ma ha ben poche responsabilità. Il primo arriva su una palla vacante in area che Chiaretti infila all’incrocio dei pali. Il secondo è il gol dell’ex Iunco che trova un gol dei suoi con un sinistro velenoso che fa rimbalzare la palla davanti a Pigliacelli che non ci arriva. Sulla rete-beffa di Iori su mischia in area non può far nulla. Buone parate nel primo tempo su Bartolomei e Paolucci e nel secondo tempo su Arrighini per ben due volte.

Fazio 6: sempre sopra la sufficienza quando c’è da presidiare la sua fascia. Recuperi ed anticipi fanno parte del suo repertorio. Insufficiente quando invece c’è da spingere sulla fascia per dare un contributo alla manovra offensiva.

Pagliarulo 6: quando una squadra prende 3 gol qualcosa in difesa non è andato come doveva. Sul gol di Chiarelli la difesa granata fa passare la palla in area di rigore. Sul gol di Iunco è il capitano del Trapani a farsi anticipare da Litteri che forse commette fallo. Tiene la difesa alta e sul gol beffa è da un’altra parte e non ha responsabilità

Legittimo 6,5: gran bel primo tempo. Chiusura su ogni pallone che arriva dalle sue parti. Gli attaccanti del Cittadella non hanno vita facile. Strizzolo prova a girargli al largo e Chiaretti, nel primo tempo, non tocca palla. Nel secondo si rifà con un gol che porta la responsabilità di tutta la difesa del Trapani

Visconti 5,5: mister Calori lo preferisce a Rizzato ma l’esterno sinistro del Trapani non riesce a dare il meglio di sè. Preferisce la copertura ai tentativi di far male sulla fascia. Si propone in qualche occasione ma non è mai importante

Maracchi 5,5: sbaglia qualche appoggio di troppo. Sempre generoso nella fase d’interdizione ma sulla fascia destra il Trapani avrebbe potuto fare di più. Pochi inserimenti senza palla, la sua specialità, e tanta corsa nel tentativo di recuperare palloni.

Colombatto 7: gran giocatore. Prova a far ragionare la squadra. E’ l’unico che tenta di verticalizzare il gioco lanciando le punte granata. Fa densità a centrocampo e quando c’è da mettere il piede per fermare gli avversari non ci pensa neanche una volta.

Barillà 5: grande generosità e sacrificio nell’interesse dalla squadra. Ma non è stata certo la sua serata. Si perde Iori che punisce il Trapani con il gol del 3-2. Il centrocampista del Cittadella colpisce male ma indisturbato perchè Barillà si fa aggirare. Sul sinistro di Barillà ancora sull’1-1 la palla per spezzare la partita e per tornare ancora una volta in vantaggio ma il centrocampista granata non carica il suo sinistro e la palla viene deviata da Alfonso

Coronado 6: segna il gol del vantaggio granata. Quando ha la palla tra i piedi mette la squadra avversaria in tensione. Prova a lanciare le punte ed a fare da raccordo tra centrocampo ed attacco. Gioca bene quasi tutti i palloni che gli arrivano. Forse avrebbe meritato qualche minuto in più, prima di lasciare il posto a Nizzetto.

Manconi 5,5: a volte si isola dall’azione granata ma poi spunta a sorpresa e prova a prendere sul tempo la difesa del Cittadella. Tira una sola volta in porta ma il suo destro arriva piano dalle parti di Alfonso che ringrazia. Fa l’assist a Barillà che avrebbe potuto fare 2-1, ma non va oltre l’ordinaria amministrazione.

Yallow 6: a volte eccede nell’azione personale ma riesce comunque a dare profondità all’azione offensiva granata. Si fa ammonire per un battibecco con il portiere Alfonso dopo una sua incursione in area di rigore che si è conclusa con il suo atterramento. Ma l’arbitro è lì vicino ed invita il granata a rialzarsi.

Citro 6: entra al 12′ del secondo tempo al posto di Yallow e vivacizza l’azione offensiva dei granata. Ha il merito di essersi procurato il rigore e si è presentato sul dischetto con la serenità necessaria per portare il Trapani sul 2-2. Qualche buona giocata che fa ben sperare per il futuro.

Nizzetto 5,5: mister Calori lo mette in campo al posto di Coronado per coprirsi a centrocampo e per tenere palla. Il centrocampista granata ci mette impegno ma il miglior Nizzetto è ancora da qualche altra parte.

Canotto 6: prende il posto di Maracchi e prova a tenere alta la squadra sulla fascia destra. Non incide nella gara anche se dà più dinamismo al Trapani nel finale di gara.

Calori 6: azzecca ancora una volta i cambi, almeno in parte. Con Citro c’ha visto giusto perchè l’attaccante granata riesce a rimettere in carreggiata il Trapani. La sostituzione di Coronado con Nizzetto, comprensibile sul piano tattico, non ha però impatto nella gara perché Nizzetto non è al meglio. Decide di far giocare Visconti al posto di Rizzato e forse non è stata la scelta migliore.

28° giornata

Bari-Brescia 2-0 (ieri)

Cittadella-Trapani 3-2

Latina-Cesena 1-1

Novara-Benevento 1-0

Perugia-Frosinone 1-1

Pisa-Carpi 0-0

Pro Vercelli-Avellino 1-1

Salernitana-Spal 1-2

Spezia-Ascoli 2-1

Verona-Ternana 2-0

Vicenza-Entella 2-2

CLASSIFICA: Frosinone 52 punti; Spal 51; Verona 49; Benevento 46; Bari 43; Cittadella 42; Spal 41; Perugia, Novara 40; Entella 39; Carpi 37; Avellino 36; Ascoli 34; Pisa, Salernitana 32; Brescia 31; Cesena, Latina 30; Pro Vercelli, Vicenza 29; Trapani 25; Ternana 23.

Notizie Correlate