TRAPANI-PERUGIA 3-0, DOPPIETTA DI MANCONI

Il Trapani “asfalta” il Perugia. Un secco 3-0 che la squadra di mister Bucchi ricorderà a lungo. Nel secondo tempo gli ospiti sono dati spesso in stato confusionale ed avrebbero potuto prendere una imbarcata di gol. Trapani perfetto, come contro il Bari. I granata arrivavano sempre prima sulla palla. Al quotato Perugia hanno concesso soltanto tiri da fuori e quando gli umbri hanno inquadrato lo specchio della porta ci ha pensato Mirko Pigliacelli ad evitare qualsiasi problema. Mister Calori recupera capitan Pagliarulo e mette Fazio al posto dello squalificato Casasola. Rientra Maracchi titolare e davanti le consegne per far male al Perugia sono affidate a Manconi e Coronado. Ed il primo è stato un “cecchino” infallibile. Ha avuto due vere occasioni da sfruttare ed ha messo a segno una doppietta. Il Trapani vince e convince perchè corre più degli altri. Riesce a fare pressing anche alla fine della gara con tutti i suoi effettivi. Al 1′ Manconi gira in porta un pallone che vagava al limite dell’area ma non inquadra la porta. Al 4′ Fazio ci crede ed accompagna il suo pressing sulla difesa avversaria fin dentro l’area di rigore e per poco non la mette dentro allungandosi in scivolata ma la palla finisce sul palo e schizza via. Al 7′ il Trapani passa in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Combinazione Rizzato-Coronado, palla morbida in area che schizza sul corpo di Pagliarulo e finisce in rete. Il Provinciale esplode di gioia con il presidente Vittorio Morace e la sua signora ad assistere alla gara. Al 9′ Volta, ultimo uomo, abbatte Manconi e si prende l’ammonizione. Al 10′ un “siluro” di Barillà fa gridare al gol ma Rosati e bravo e manda in angolo. Schema di punizione che il centrocampista ha provato anche in un’altra occasione.  Al 16′ Minelli avrebbe potuto fischiare un rigore per un fallo evidente su Maracchi ma invece fa continuare il gioco. Al 20′ contropiede micidiale del Trapani ma Nizzetto sbaglia l’ultimo passaggio con Coronado e Manconi soli sulla trequarti avversaria. Al 31′ il Perugia prova a reagire con Gnahorè, tra i migliori, tra i suoi ma la palla va fuori. Subito dopo ammonizione per Monaco, ancora fallo da ultimo uomo, su Colombatto, la punizione di Nizzetto va sopra la traversa. Ancora Ghahorè al 36′, con un tiro pericoloso, al 40′ è Brighi a tentare la via del gol ma la palla si spegne sul fondo con un tiro in diagonale. Al 43′ l’unica vera azione che porta il Perugia vicino al gol ma viziata da un fallo che Minelli non sanziona, la palla finisce in area di rigore, Dezi si butta arpionando la palla e mandandola sul palo esterno alla sinistra di Pigliacelli. Il primo tempo finisce qui ed è tutto di marca granata. Nel secondo tempo da segnalare un’ammonizione per Coronado. Minelli decide che ha simulato in area di rigore. All’11 sala in cattedra Mustacchio che ci prova dal limite sinistro dell’area di rigore del Trapani ma manda fuori. Mister Bucchi capisce che si sta mettendo male per la sua partita e punta su un doppio cambio, dentro Nicastro e Guberti, fuori Mustacchio e Brighi. Ma la svolta la costruisce il Trapani con il gol di Manconi che colpisce dal limite dell’area al 13′ e fa secco Rosati. Gran bel gol e granata che giocano sulle ali dell’entusiasmo. Il Perugia va in bambola e gli rimane soltanto Acampora che non si arrende e che cerca con il tiro da fuori area d’impensierire Pigliacelli. Ci prova 4 volte, ma in solo caso trova lo specchio della porta ma anche Pigliacelli pronto a parare in tuffo. Ma 3′ minuti dopo Manconi si ripete con un diagonale di sinistro che lascia secco Rosati. Terzo cambio per il Perugia che sostituisce Monaco con Terrani ma la partita è segnata. Mister Calori fa prendere fiato ad un instancabile Barillà che lascia per Raffaello. Al 30′ Manconi cerca l’incrocio dei pali. Dentro Ciaramitaro per Colombatto al 31′ Al 36′ Volta si fa espellere per proteste e per un calcio ad uno dei cartelloni pubblicitari. Va a scegliere proprio quello sbagliato. “Rispetto”. Gloria anche per Nino Daì che al 37′ prende il posto di Rizzato. La partita è ben salda nelle mani del Trapani. Minelli che ha arbitrato più che male concede 4 inutili minuti di recupero, poi è soltanto festa con la squadra e mister Calori sotto la curva e con lo Stadio che canta: “Resteremo in serie B”.

Il tabellino

TRAPANI: Pigliacelli, Pagliarulo, Legittimo, Nizzetto, Manconi, Fazio, Barillà (28’st Raffaello), Maracchi, Coronado, Colombatto (31’st Ciaramitaro), Rizzato (38’st Daì). A disposizione: Guerrieri, Rossi, Curiale, Visconti, Canotto, Kresic. All. Alessandro Calori

PERUGIA: Rosati, Acampora, Gnahorè, Monaco (27’st Terrani), Mustacchio (12’st Nicastro), Di Carmine, Dezi, Volta, Belmonte, Di Chiara, Brighi (12’st Guberti). A disposizione: Elezaj, Fazzi, Ricci, Dossena, Forte. All. Cristian Bucchi

ARBITRO: Daniele Minelli di Varese; ASSISTENTI: Emanuele Prenna di Molfetta e Giuseppe Borzomì di Torino; QUARTO UOMO: Fabio Pasciuta di Agrigento

RETI: Pagliarulo 7’, Manconi 13’st, Manconi 16’st

NOTE: Ammoniti Colombatto, Maracchi nel Trapani – Volta, Monaco nel Perugia; Espulso Volta (P) al 36’st; Recuperi: 0’pt-4’st; Corner: 7-4; Spettatori: 5.201

35° giornata

Trapani-Perugia 3-0

Ascoli-Frosinone 1-1

Avellino-Carpi 1-0

Cittadella-Benevento 1-0

Latina-Vicenza 0-1

Pisa-Cesena 0-1

Pro Vercelli-Virtus Entella 1-0

Spezia-Bari 1-0

Ternana-Salernitana 1-0

Brescia-Spal (domani 17,30)

Novara-Verona (lunedì 20,30)

CLASSIFICA: Frosinone 62 punti; Spal 61; Verona 58; Benevento, Cittadella 54; Perugia 52; Spezia 51; Entella, Bari 50; Carpi 48; Novara, Salernitana 46; Avellino 44; Pro Vercelli 42; Cesena, Ascoli 39; Trapani 38; Vicenza 37; Brescia, Ternana 35; Pisa 32; Latina 31.

Commenti

commenti