ERICE, CETTINA MONTALTO: “CONVENTION A FEBBRAIO. ANDREMO FINO IN FONDO PER VINCERE LE ELEZIONI”

Facebook

26 Gennaio 2017

Di sicuro il movimento “Nati Liberi” non è scaramantico. Ha infatti scelto la data di venerdì 17 febbraio per la sua prima convention elettorale. Si terrà nella sala conferenze dell’Hotel Tirreno. “Sarà un’occasione – ha dichiarato la consigliera e candidato sindaco Cettina Montalto – per far conoscere alla cittadinanza ericina il nostro progetto politico e le nostre proposte per governare la città di Erice. Siamo pronti e determinati ad andare avanti con il nostro progetto civico. Confermiamo di essere alternativi all’amministrazione Tranchida e di essere pronti al dialogo con tutte le forze, gruppi, movimenti e singole personalità che intendono costruire assieme a noi un futuro diverso per Erice, archiviando definitivamente 10 anni di amministrazione fallimentare, tenuta in piedi dalla propaganda”. I dettagli organizzativi della convention verranno discussi domani pomeriggio nella sede del movimento. La consigliere Montalto incontrerà i candidati nelle due liste civiche che la sosterranno in campagna elettorale. “La mia candidatura – ha aggiunto Montalto – è stata definita e voluta dal basso, dal popolo ericino e le decisioni che prenderemo saranno sempre frutto di confronto e di dialogo. La riunione di domani sarà utile anche per fare il punto della situazione sulle prossime elezioni”. “Nati Liberi” si presenta come progetto civico ma la consigliera Montalto non ha mai nascosto la vicinanza e l’appartenenza allo schieramento di centrodestra. Il movimento avrebbe avuto contatti con Forza Italia e con “Noi con Salvini”. Nel primo caso assolutamente interlocutori, nel caso dei “salviniani” la discussione è andata avanti e si stanno verificando le condizioni per un accordo. Montalto non vuole tuttavia farsi condizionare ed imbrigliare dalla logica delle riunioni di partito e degli accordi calati dall’alto: “Ho ufficializzato la mia candidatura a sindaco. Abbiamo messo su due liste per il consiglio comunale. Si parte da qui. Se il centrodestra rimarrà diviso non farà altro che favorire altri dieci anni di tranchidismo. Se riuscisse a fare sintesi potrebbe contrastare questa prospettiva. Noi ci siamo ed andremo fino in fondo. Intendiamo misurarci sul territorio e nel confronto con i cittadini. Parliamo con tutti ma siamo pronti a fare la nostra battaglia per governare Erice”.

Notizie Correlate