TRAPANI-SPEZIA 0-0, PARTITA INTENSA. AI GRANATA E’ MANCATO SOLO IL GOL

Facebook

21 Settembre 2016

Uno 0-0 di quelli che non annoiano. Un punto per uno per Trapani e Spezia dopo una partita di qualità e d’intensità. I granata hanno provato in tutti i modi a vincere la gara, ma gli errori nella fase finale dell’azione hanno finito per penalizzarli e quando erano riusciti a colpirla come si deve la palla “magicamente” era preda del portiere ospite. Chichizola è stato insuperabile e si è meritato la palma di migliore in campo dei suoi, contendosela, dall’altra parte con un immenso Coronado, che è dovuto uscire al 38′ del secondo tempo per un infortunio che dalla tribuna è apparso muscolare. Ma sarà l’equipe medica del Trapani, domani, a dare il responso. Gran bella squadra lo Spezia di mister Mimmo Di Carlo. Squadra compatta con il suo 4-3-3 aggressivo e sopratuttto con la capacità di non buttare mai via la palla, anche quando gli avversari vanno in pressione. Cosmi ha presentato un Trapani con il suo 3-5-2 ma con tante novità negli interpreti. Balasa al posto di Fazio, Scozzarella, al suo esordio in questo campionato, in cabina di regia con Santiago Colombatto. Barillà dal primo minuto al posto di Nizzetto, fuori De Cenco, con Ferretti unica punta e Coronado con ampia libertà d’azione partendo dalla destra. Il Trapani costruisce un primo tempo di grande sostanza. Al 5′ Ferretti potrebbe girare meglio di sinistro su una palla rubata da Coronado. Al 24′ un tiro da fuori di Scozzarella avrebbe dovuto avere maggiore convinzione e forza. Al 29′ una clamorosa palla gol per Balasa che si trova a sinistra ma il suo tiro viene respinto da Chichizola. Al 37′ il Provinciale grida al gol. Combinazione Ferretti-Coronado ma il tiro del brasiliano non è quello che ci voleva per battere il portiere dello Spezia. Al 41′ anche una punizione di Colombatto che Chichizola manda in angolo. Non è però, come potrebbe sembrare, un assedio granata. Lo Spezia è sempre in partita. Baez è tanto bravo quanto “cattivo” su ogni palla. Si rende pericoloso al 13′, la palla esce di poco. Ancora lui al 17′, si gira bene ma non trova la porta. Al 22′ si presenta in area di rigore, cade sul contrasto con Pagliarulo e chiede il rigore ma senza tanta convinzione. Al 25′ Tamas, dalla sinistra, si fa trenta metri di campo palla al piede, ma viene fermato dai difensori granata quando accenna ad entrare in area di rigore. Lo Spezia ci prova anche dalla distanza, con Sciaudone al 30′ e con Nenè al 33′. Al 36′ è Mastinu che cerca l’incrocio dei pali. Spezia ben messo in campo e con grande intensità di gioco, ma a conti fatti nel primo tempo è il Trapani ad avere avuto la palla per il vantaggio. Lo Spezia è stato soltanto pericoloso. I granata hanno potuto contare su un Coronado a tratti imprendibile. Un dato su tutti. Nei primi 45′ lo Spezia colleziona tre ammonizioni, per Tamas, Terzi e Pulzetti, tutte scaturite da falli sul fantasista brasiliano del Trapani. Il secondo tempo conferma gli equilibri in campo del primo. Il Trapani di Cosmi vuole vincere e ci prova in tutti i modi. Al 5′ con una punizione di Barillà che non fa paura a Chichizola. Al 10′ la palla è anche entrata nella porta dello Spezia sull’ultimo tocco ancora di Barillà, ma l’arbitro Pinzani aveva fischiato un fallo in area di Balasa che si era liberato del suo diretto avversario con uno spintone evidente. Al 17′ Cosmi si gioca la carta Petkovic che prende il posto di Ferretti. Lo Spezia risponde con un gran tiro dalla distanza di Tamas che va fuori. Al 19′ è il momento di Colombatto su un suggerimento di Petkovic ma la palla esce di poco. Mister Di Carlo sente la pressione del Trapani e dopo avere pensato di buttare dentro Granoche, lo fa sedere in panchina per fare densità a centrocampo con Galli al posto di Signorelli. Al 23′ potrebbe esserci la svolta. Ostruzione di Pulzetti su Colombatto che se n’era andato via sulla fascia sinistra, seconda ammonizione ed espulsione. Lo Spezia è in 10 e forse anche un po’ stanco. Al 27′ ancora un’azione che fa gridare al gol del Trapani. Scozzarella lancia un missile verso la porta di Chichizola ma c’è una deviazione e la palla finisce in angolo e non in porta. Di Carlo non vuole farsi beffare e sostituisce Baez, calato alla distanza, con Piu. Cosmi invece pensa ancora a vincere e chiama in causa Citro che prende il posto di un buon Barillà. Ancora una sostituzione per lo Spezia con Maggiore al posto di Vignali. Al 36′ comportamento antisportivo dello Spezia. Coronado si fa male, Colombatto mette la palla fuori ma nel frattempo Coronado si rialza e lo Spezia fa finta di nulla. Al 37′ ancora un “miracolo” di Chichizola su Balasa che arriva come un treno dalla fascia destra ma il suo tiro viene intercettato dal portierone ospite. Al 38′ Coronado deve lasciare il suo posto a Nizzetto perchè si è fatto male. Al 42′ una girata di Citro arriva lenta dalle parti di Chichizola. Prima del triplice fischio finale c’è il tempo per l’allontanamento dalla panchina di mister Cosmi e per un’ammonizione al 44′ per Colombatto. Il Trapani fa il suo quinto pareggio consecutivo. Non ha mai perso ma non ha ancora vinto. Non è mai passato in vantaggio ed ha sempre rincorso per dividere la posta con l’avversario. Al Trapani visto contro lo Spezia non c’è però nulla da dire. La squadra di Cosmi ha dato tutto quello che poteva dare. Il rammarico, per i ragazzi di Cosmi, può essere soltanto quello di non essere stati cinici e precisi quando hanno avuto la possibilità di metterla dentro. Se lo Spezia è una delle squadre che punteranno alla serie A, il Trapani non è da meno, anche se non ha ancora vinto e qualche tifoso comincia a preoccuparsi. Sabato prossimo i granata saranno ospiti della Salernitana. S’annuncia già una battaglia.

Il tabellino

TRAPANI: Guerrieri, Casasola, Pagliarulo, Legittimo, Balasa, Scozzarella, Colombatto, Barillà (33’st Citro), Rizzato, Coronado (38’st Nizzetto), Ferretti (16’st Petkovic). A disposizione: Farelli, Figliomeni, Fazio, Visconti, Canotto, De Cenco. All. Serse Cosmi

SPEZIA: Chichizola, N.Valentini, Sciaudone, Signorelli (22’st Galli), Nenè, Baez (28’st Piu), Terzi, Vignali (34’st Maggiore), Mastinu, Tamas, Pulzetti. A disposizione: A.Valentini, Ceccaroni, Crocchianti, Okereke, Datkovic, Granoche. All. Domenico Di Carlo

Arbitro: Riccardo Pinzani di Empoli

Assistenti: Antonino Santoro di Catania e Gaetano Intagliata di Siracusa

Quarto Uomo: Luigi Pillitteri di Palermo.

NOTE: Ammoniti Legittimo, Pagliarulo, Colombatto nel Trapani – Tamas, Terzi nello Spezia; Espulso Pulzetti (S) al 23’st; Recuperi: 0’pt-4’st; Corner: 9-3; Spettatori: 5.181

Le pagelle del Trapani

Guerrieri 6: sempre più sicuro. Nessuna sbavatura ed anche se gli avversari hanno attaccato quando potevano non ha mai corso pericoli

Casasola 7: grande partita del giovane esterno granata. Sulla fascia destra non si passa e quando ha potuto si è anche proposto in avanti

Pagliarulo 7: il capitano è in gran forma. Non sbaglia un intervento, dà sicurezza al reparto difensivo e cerca anche d’impostare l’azione di gioco da dietro

Legittimo 6.5: dopo un avvio di campionato stentato, sta prendendo sempre più consapevolezza della serie B e dei suoi mezzi. Si fa sentire in difesa e con lui è difficile passare

Balasa 6: parte lento, spento, quasi spaesato. Lontano un miglio dal Balasa di Crotone, poi ingrana la marcia ed in due occasioni avrebbe potuto fare felice il Trapani con il gol, ma Chichizola ha deciso che non era il suo momento

Scozzarella 6: comincia con il freno tirato. I piedi sono sempre buoni e la testa sempre alta per vedere la posizione dei compagni. Ma non è ancora il miglior Scozzarella e la doppia regia con Colombatto va messa a regime se Cosmi la riproporrà in altre gare

Colombatto 6: fa tutto il possibile per dare sostanza al centrocampo granata ma non sempre ci riesce. Ha bisogno di tempo e di giocare per entrare al meglio nei meccanismi di gioco

Barillà 6,5: non avrà più lo scatto di qualche anno fa ma quando accende la lampadina può sempre inventarsi la giocata. Si sacrifica a centrocampo e prova a fare coppia sulla fascia sinistra con Rizzato. E’ un Barillà convincente

Rizzato 6: Rispetta, come sempre, le consegne. Non è particolarmente fortunato ed in qualche occasione preciso nei cross dalla fascia sinistra. Il vicecapitano merita la sufficienza ma c’è bisogno del miglior Rizzato che non c’è ancora

Coronado 8: se avesse segnato il voto sarebbe salito a 9 forse a 10. I difensori dello Spezia se lo sogneranno anche di notte. E’ in gran forma. Salta gli avversari come birilli e li costringe a falli da ammonizione. Tenta l’ultimo passaggio ed anche la via del gol. E’ in forma strepitosa. Peccato per l’infortunio

Ferretti 6: sente ancora il peso della serie B. Fa, come è accaduto anche in altre partite, un gran lavoro svariando su tutto il fronte d’attacco. Dovrebbe avere un po’ più di coraggio e puntare la porta. E’ quello che serve alla sua squadra

Petkovic 6: non è stato decisivo come contro l’Ascoli per riacciuffare il pareggio. Cosmi lo lancia nella mischia per vincere la partita ma il croato eccede in dribbling che lo Spezia non gli ha consentito

Citro 5,5: grande voglia di dare una mano alla squadra ma poca sostanza in avanti. Prova una girata delle sue ma non ha carica nelle gambe ed il tiro arriva debole dalle parti di un sontuoso Chichizola. Sta pagando a caro prezzo l’infortunio

Nizzetto s.v.: entra al posto dell’infortunato Coronado. Ma è già il 38′ del secondo tempo. Gioca pochi palloni

Cosmi 6: Dopo Trapani-Ascoli aveva detto: “Mi inventerò qualcosa”. Ma ancora non c’è riuscito. Il suo Trapani rimane imbattuto alla quinta di campionato, ma la vittoria non arriva ed il tecnico granata sa che rimane da inventarsi qualcosa

Quinta giornata d’andata

Cesena-Salernitana 0-0 (lunedì)

Trapani-Spezia 0-0

Ascoli-Vicenza 2-0

Avellino-Cittadella 0-1

Brescia-Carpi 2-2

Frosinone-Pisa 0-0

Novara-Latina 2-2

Spal-Verona 1-3

Ternana-Bari 0-0

Virtus Entella-Perugia 2-1

CLASSIFICA: Cittadella 15 punti, Verona 10, Benevento, Virtus Entella, Bari, Frosinone, Pisa 8, Spezia 7, Ascoli, Brescia, Carpi, Ternana 6, Trapani, Cesena, Spal, Novara 5, Vicenza 4, Perugia, Salernitana, Latina, Pro Vercelli 3, Avellino 2.

(Ascoli e Cesena una partita in meno)

Prossimo turno

Bari-Benevento

Carpi-Virtus Entella

Cittadella-Brescia

Latina-Ternana

Pisa-Ascoli

Pro Vercelli-Cesena

Salernitana-Trapani

Spezia-Novara

Vicenza-Avellino

Verona-Frosinone (domenica)

Perugia-Spal (lunedì)

Notizie Correlate