TURISMO/2, SINDACO DI GIROLAMO: “MARSALA SEMPRE PIU’ META TURISTICA”

Arrivi, 61.770, presenze 170.301, permanenza media 2,76, sono i numeri del turismo marsalese. Per il sindaco Alberto Di Girolamo si tratta di “numeri confortanti che ci spronano a fare sempre meglio in termini di accoglienza ed ospitalità. Nello stesso tempo, visti i dati provinciali, i numeri smentiscono quanti continuano a dire che i turisti qui non giungono. È certificato, al contrario, che Marsalaresta tra le mete preferite di questo versante siciliano”.Soddisfatto anche l’assessore al Turismo Lucia Cerniglia: “Marsala è amata ed apprezzata per le sue risorse, restando una meta vacanziera che offre tanto. Contano ancora il passaparola e i giudizi in rete, ma ritengo pure che siano ormai lontani i tempi del semplice mordi e fuggi”.

La provenienza dei turisti

Il dato articolato del Comune di Marsala definisce anche la provenienza dei turisti italiani e stranieri. Degli italiani – si legge nella nota dell’amministrazione comunale -, quelli più numerosi, dopo i siciliani, circa 38mila, giungono dalla Lombardia (quasi 16 mila) e dal Lazio (oltre 10 mila). Da notare però che, sempre lo scorso anno, in termini percentuali, sono i friulani che hanno preferito più di tutti Marsala (+109%), seguiti da marchigiani (+90%) e dai turisti dell’Emilia Romagna (+77%). Sul fronte estero, il podio 2015 spetta alla Francia (quasi 8 mila presenze in città), al secondo posto i tedeschi (oltre 6 mila) e, a seguire, il Belgio (poco più
di 4 mila). Anche in questo caso, analizzando i punti percentuali dello scorso anno, si scopre che sono stati gli spagnoli quelli più presenti (+263%), poi i polacchi (+175%) e, al terzo posto, i turisti della Lituania (+55%). Inoltre, si nota che il mese preferito dagli stranieri è stato settembre (oltre 9 mila presenze), anche se nello stesso 2015 il maggiore incremento si è registrato a novembre (+54%). Per gli italiani, invece, è agosto il periodo di soggiorno preferito a Marsala (oltre 31 presenze), ma nel 2015 è stato luglio il mese con il maggiore incremento di presenze (+57%)”.

 

“Marsala è amata ed apprezzata per le sue
risorse, restando una meta vacanziera che offre tanto – afferma l’assessore Lucia
Cerniglia. Contano ancora il passaparola e i giudizi in rete, ma ritengo pure che siano
ormai lontani i tempi del semplice mordi e fuggi”. E ciò, trova riscontro anche nel dato
relativo al soggiorno in città, tenuto conto che la permanenza media è passata dal 2,3
giorni (2014) a 2,8 dello scorso anno. È il dato più alto degli ultimi dieci anni.

Commenti

commenti