CONGRESSO PSI, ASSESSORE SPINA: “FINITA LA STAGIONE DEL MANCATO DIALOGO”

23 Maggio 2016

Le Regionali del 2012 determinarono la rottura tra i due. Uno escluso dalle liste per il rinnovo dell’Ars, l’altro inserito nel listino del candidato presidente Rosario Crocetta, poi eletto Governatore della Sicilia. Piero Spina escluso dalla lista del Megafono, lista del presidente, Nino Oddo inserito nel “listino”. Spina chiuse il suo comitato elettorale prima ancora di candidarsi. Oddo staccò il biiglietto per Palermo dopo la vittoria di Crocetta. Polemiche, dichiarazioni al vetriolo. Ma se il voto per le Regionali li ha divisi, il congresso provinciale del Psi ha provato almeno ad aprire il dialogo. Spina ha accettato l’invito ed ha anche preso la parola. “Ritengo – ha detto – che sia finita la stagione del mancato dialogo. La politica deve dare risposte concrete e mostrare senso di responsabilità”. Il segretario del movimento “Cives” ha motivato la scelta di entrare a far parte dell’amministrazione comunale di Trapani come un esempio di assunzione di responsabilità nei confronti del territorio: “Scelta difficile ma abbiamo ritenuto che abbandonare un’amministrazione non è il modo per far crescere una città. Ecco perché abbiamo deciso di metterci la faccia”. Spina ha riconosciuto il ruolo svolto in consiglio dal Psi ed in particolare dal suo capogruppo Andrea Vassallo: “Approva gli atti che considera nell’interesse della città, senza farsi condizionare dalle questioni politiche”. Da assessore alle Finanze ha poi delineato un quadro generale con luci ed ombre: “Abbiamo approvato un piano triennale delle opere pubbliche da 16 milioni di euro, con interventi che potranno concretamente essere realizzati. Ho però dovuto constatare in una mia recente visita all’assessorato alle Autonomie Locali che la Regione continua a scaricare responsabilità sui Comuni. Mi è stato detto, assessore i trasferimenti per la spesa corrente saranno ridotti del 20-30% e la stessa percentuale riguarderà i trasferimenti per investimenti. La Regione ha scaricato sulle spalle dei Comuni anche la spesa per la guardiania delle spiaggie. E’ una condizione sempre più difficile. Il Comune, inoltre, deve sostenere, da solo, il Luglio Musicale Trapanese, la Biblioteca Fardelliana. Per non parlare del sistema rifiuti, con il rischio sempre più concreto che la nostra discarica di Borranea venga presa d’assalto dai rifiuti di altri Comuni di fronte all’incapacità della Regione di trovare una soluzione”. A conclusione dell’intervento di saluto di Spina un abbraccio con l’onorevole Nino Oddo ha forse messo fine ad una fase di forte contrapposizione.