• Home »
  • Attualità »
  • EGADI, FORZA ITALIA SI “PRENDE” L’OPPOSIZIONE. SCILLA: “SAREMO COSTRUTTIVI”

EGADI, FORZA ITALIA SI “PRENDE” L’OPPOSIZIONE. SCILLA: “SAREMO COSTRUTTIVI”

Forza Italia riparte da Favignana. Vince la concorrenza del Psi e piazza la sua bandiera sul gruppo “Egadi-Braschi Sindaco” che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Totò Braschi. Oltre allo stesso Braschi, in consiglio perché candidato sconfitto con il miglior risultato, il terzo era l’ex sindaco Lucio Antinoro, hanno deciso di aderire al partito berlusconiano anche i neo eletti Maria Sinagra, Antonino Loiacono e Kim Ernandez. Appena qualche giorno fa il segretario regionale socialista Nino Oddo aveva posto Loiacono tra i consiglieri in quota al Psi. Ma a cantare vittoria è soltanto Forza Italia ed il suo coordinatore provinciale Toni Scilla: “Esprimo sincera gratitudine per la scelta degli eletti della lista Egadi – Braschi Sindaco di costituire il gruppo consiliare di Forza Italia che si insedierà già nella prima seduta fissata per lunedì 25 giugno”. Scilla detta la linea da seguire in aula: “Saranno in grado, con competenza, qualità e passione di rappresentare la giusta e costruttiva opposizione in consiglio comunale nell’interesse di ogni cittadino dell’arcipelago e contribuiranno fattivamente al rilancio socio economico che queste splendide terre meritano”. E saranno messi alla prova già domani mattina quando alle 10,30 si terrà la prima seduta del consiglio comunale per l’elezione del presidente e del vicepresidente. E’ invece operativa da qualche giorno la nuova giunta del riconfermato sindaco Peppe Pagoto. Super assessorato per il vicesindaco Lorenzo Ceraulo che tra le sue deleghe ha Lavori Pubblici, Urbanistica, Bilancio, Patrimonio e Rapporti con il consiglio comunale. In giunta anche la consigliera Giusy Monteleone (234 preferenze) che si occuperà, tra le altre cose, di Cultura e Politiche Sociali. L’assessore Giovanni Sammartano ha ricevuto le deleghe all’Ambiente e alle Attività Produttive, in particolare. Il sindaco s’è tenuto per sè, Polizia Municipale, Area Marina Protetta e Turismo. La cabina di regia dello sviluppo egadino è dunque direttamente nelle sue mani.

Commenti

commenti