• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI CALCIO, DE SIMONE CEDE LE QUOTE AD HELLER. C’E’ UNA NUOVA PROPRIETA’

TRAPANI CALCIO, DE SIMONE CEDE LE QUOTE AD HELLER. C’E’ UNA NUOVA PROPRIETA’

Il Trapani Calcio ha una nuova proprietà ed è già un passo avanti. Ma per avere anche un futuro dovrà avere tutte le carte al loro posto e sopratutto i soldi per l’iscrizione al campionato di serie B che si chiuderà lunedì prossimo alle 19. Oggi c’è stata la cessione del 100% delle quote dell’amministratore unico Maurizio De Simone che conclude così la sua parentesi granata. E’ arrivato in corso d’opera. Ha ufficialmente vinto il campionato di Lega Pro anche se è accaduto di tutto durante la sua breve gestione ed ora lasciato con un bel gruzzoletto da poter utilizzare. La società passa a proprietari che nella nota ufficiale della società non emergono ancora. E’ ben visibile invece il loro intermediario, Giorgio Heller. C’era lui stamattina a Roma dal notaio per formalizzare la cessione delle quote. Ecco la nota ufficiale del Trapani: “Si comunica che oggi pomeriggio presso lo studio del notaio Barbara Galea a Roma è stata definita la cessione del 100 per cento della proprietà della Società Trapani Calcio dalla F.M.Service srl, rappresentata dall’amministratore unico Maurizio De Simone, ad una cordata di imprenditori, intervenuta per il tramite del dottor Giorgio Heller. La nuova proprietà del Trapani Calcio, che sarà presente già domani a Trapani, è al lavoro per  l’espletamento di tutti gli adempimenti necessari ai fini dell’iscrizione al prossimo campionato di serie B, a partire dalla fideiussione, già definita con Assicurazioni Generali. Concluse tutte le operazioni urgenti per garantire l’iscrizione del Trapani Calcio al campionato la nuova proprietà sarà presentata alla stampa ed ai tifosi”. Quel che si poteva fare con maggiore tranquillità e non sul filo del rasoio s’è fatto ora, dopo i litigi tra De Simone ed Heller. Il Trapani passa dunque da una proprietà all’altra che sarà chiamata a bruciare le tappe. Il futuro della società granata sembra essere ancora possibile. C’è da superare la soglia del 24 giugno e poi si aprirà ancora un’altra partita, quella della definizione degli obiettivi per la prossima stagione sportiva. La serie B che dovrà affrontare il Trapani viene considerata – prendendo il termine in prestito dal basket – una sorta di A 2. Sarà dunque necessario allestire una squadra competitiva. Ma è meglio fare un passo alla volta. Il primo, decisivo, è stato compiuto. Ora toccherà ad Heller ed agli imprenditori finanziatori uscire allo scoperto con le loro proposte.

Commenti

commenti