TRAPANI-ASCOLI 3-1, SUPER PETTINARI. LA SVOLTA GRANATA

Facebook

18 Gennaio 2020

Trapani-Ascoli 3-1

Reti: Pettinari (T) 5′ e 66′, Morosini (A) 31′, Luperini (T) 80′

Trapani: Carnesecchi; Buongiorno, Strandberg, Scognamillo; Moscati, Luperini, Taugordeau, Colpani (61′ Coulibaly), Grillo; Pettinari (88′ Evacuo), Biabiany (69′ Dalmonte). all.Castori

Ascoli: Leali; Gerbo, Gravillon, Valentini, Padoin; Cavion, Piccinocchi (67′ Beretta), Brlek (86′ Pinto); Da Cruz, Morosini (82′ Matos), Scamacca. all.Zanetti

Arbitro Camplone

Ammoniti: Gerbo (A), Biabiany (T), Grillo (T), Cavion (A), Luperini (T)

Espulsi: Grillo (T), Da Cruz (A)

La partita. Un Trapani sontuoso mette sotto l’Ascoli e vince una gara che rischiava di mettersi male per responsabilità dell’arbitro Camplone, con decisioni che avrebbero potuto condizionare la gara. Ha fischiato male ed in alcune fasi della gara a senso unico. Ma il Trapani è stato più forte di tutto e di tutti. Ha vinto la gara rimanendo in dieci dal 51′ per una espulsione di Grillo che non stava nè in cielo, nè in terra. Partita straordinaria quella del bomber Pettinari, che ha segnato la gara con una doppietta, terza rete di un generoso Luperini. L’Ascoli ha giocato bene soltanto la seconda parte del primo tempo. Ha trovato il pareggio con Morisini e poteva passare in vantaggio. Il secondo tempo è stato soltanto Trapani e l’espulsione di Da Cruz al 93′ per un fallo di frustrazione su Moscati ed il successivo battibecco con i suoi tifosi sono la conferma della disfatta degli ospiti, che puntavano alla loro prima vittoria fuori casa. Mister Castori dosa bene i nuovi acquisti, mettendo il difensore Buongiorno dal primo minuto e scegliendo d’inserire nel secondo tempo Coulibaly e Dalmonte. Inserimenti che hanno dato forza alla squadra. Tre “prime”, che fanno ben sperare per la lotta alla salvezza. Importante la reazione granata in inferiorità numerica. La squadra non si è disunita e soprattutto a tenere i nervi saldi e non era facile con un arbitraggio indisponente come quello del signor Camplone. Il modulo 3-5-2 dà sostanza al gioco del Trapani che può contare su una condizione di forma straordinaria da parte di Pettinari. Ma è l’intera squadra ad avere registrato il credo calcistico di mister Castori che vuole grinta, sacrificio e dedizione alla causa. Questo Trapani può davvero fare la sua parte fino in fondo, perché ha cambiato passo e può contare su una rosa decisamente più motivata.

Primo Tempo. La prima parte è del Trapani, almeno per il gol di rapina di Pettinari al 5′. Poi esce fuori l’Ascoli che pareggia con il neo acquisto Morisini al 31′, che si gira al limite dell’area e batte Carnesecchi. Al 10′ ed al 13′ due episodi che avrebbero potuto cambiare la gara. Al 10′ Gerbo si fa ammonire per un fallo su Colpani. Tre minuti dopo entra in ritardo su Biabiany, ma l’arbitro ammonisce l’attaccante granata invece di espellere Gerbo per doppia ammonizione. Partita equilibrata con Da Cruz che al 13′ si metà del campo palla al piede indisturbato ma arrivato al limite dell’area tira fuori. Al 19′ Taugordeau ha la palla del 2-0, servito da Luperini in area entra dalla destra ma mette la palla alta. Al 23′ ancora Taugordeau con una punizione dalla sinistra che Leali preferisce mandare in angolo per non correre pericoli. Al 37′ Ascoli pericoloso con un colpo di testa di Scamacca che si libera della marcatura di Buongiorno ma non trova la porta. Al 40′ Morosini cerca la doppietta con un tiro dal limite che finisce fuori di poco. Al 43′ il Trapani risponde con Taugordeau sugli sviluppi di una punizione di Grillo, ma il suo tiro finisce fuori. Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi.

Secondo Tempo. Al 46′ Ascoli pericoloso con Da Cruz. Azione personale sulla destra e conclusione che viene deviata in angolo. Al 51′ il Trapani resta in dieci per l’espulsione di Grillo, doppia ammonizione per avere tirato la maglia a Scamacca. Al 55′ ancora Da Cruz, tiro centrale, nessun problema per Carnesecchi. Al 58′ si fa vedere il Trapani con un gran tiro da 30 metri di Taugourdeau che Leali non trattiene e che la difesa spazza via. Al 61′ è il momento di Coulibaly che prende il posto di Colpani. Ed il neo acquisto granata si presenta alla grande perché al 65′ può portare la sua nuova squadra in vantaggio. Servito da Biabiany piazza la palla di piatto dal limite dell’area e Leali si salva d’istinto, respingendo la palla. Ma al 66′ il Trapani passa ancora in vantaggio, punizione di Moscati dalla destra e gran colpo di testa di Pettinari che anticipa due avversari e mette la palla in rete di testa. Il Provinciale esplode di gioia. Al 69′ tocca a Dalmonte che prende il posto di Biabiany. Al 70′ Strandberg svirgola la palla in area e consente a Scammacca di tirare in porta da posizione defilata ma Carnesecchi è pronto a deviare la palla. Al 72′ Da Cruz ci prova dal limite ma Carnesecchi è attento e respinge il tiro dell’avversario. Al 75′ tiro al volo di Dalmonte, Leali para. All’80’ il Trapani segna il suo terzo gol con Luperini che raccoglie il tiro di Taugordeau deviato dalla difesa dell’Ascoli. All’85’ Taugourdeau prova a mettere in crisi Leali su calcio di punizione dalla sinistra. Il suo tiro viene deviato dal portiere. All’88’ una sostituzione che vale una partita, mister Castori concede la standing ovation a Pettinari che esce tra gli applausi, sostituito da Evacuo. Al 90′ Dalmonte prova a festeggiare il suo esordio in granata con un gol ma il suo tiro a sorpresa dal limite sinistro dell’area di rigore viene deviato in angolo. L’arbitro concede 4′ di recupero ed al terzo Da Cruz perde la testa e falcia Moscati, espulsione diretta, scontro sotto la curva dei tifosi dell’Ascoli e poi triplice fischio finale.

Le altre di B

Frosinone-Pordenone 2-2 (ieri)

Livorno-Virtus Entella 4-4

Cremonese-Venezia 0-0

Juve Stabia-Empoli 1-0