ERICE, SPAGNOLO SI DIMETTE DAL CONSIGLIO COMUNALE

Facebook

4 Dicembre 2019

Tocca a Michele Cavarretta. Le dimissioni dal consiglio comunale di Erice del neo assessore Giuseppe Spagnolo gli consentiranno di tornare alla politica attiva. Un passaggio di consegne interno alla lista “Cives”, che con la nomina di Spagnolo è tornata ad essere parte integrante e sostanziale della coalizione che sostiene la sindaca Daniela Toscano. Dopo una fase dialettica che aveva portato Spagnolo e “Cives” ad allontanarsi dall’amministrazione, il rinnovato accordo con la prima cittadina ed il rimpasto di giunta hanno aperto una nuova fase politica. Cavarretta entra in consiglio perché risulta essere il primo dei non eletti della lista che alle Comunali del 2017 ha ottenuto due seggi. Gli eletti erano stati Spagnolo e l’ex vicesindaco Angelo Catalano che aveva lasciato il suo posto a Maria Pia Angileri. Sarà dunque Cavarretta, che ha esperienze amministrative sia ad Erice che a Trapani ed anche nell’ex Provincia regionale, a dover sostenere – in quota parte – il nuovo corso dell’amministrazione ericina inaugurato con il rimpasto che ha portato alla nomina in giunta dello stesso Spagnolo e di Paolo Genco e all’elezione del nuovo presidente del consiglio, carica affidata al socialista Luigi Nacci. Il dimissionario Spagnolo ha voluto motivare la sua scelta: “Siamo uomini al servizio della città. Almeno così dovrebbe essere. La fiducia che i cittadini mi hanno manifestato attraverso il voto, mi ha reso ogni giorno più consapevole dell’importanza del ruolo che rivestiamo: vigilare e incidere sull’azione di governo di un territorio come il nostro, che necessita di particolari attenzioni anche per la sua importanza storico-culturale e geografica, deve spronarci quotidianamente nel mettere di lato i personalismi concentrandoci esclusivamente sulle esigenze manifestate dallo stesso. Nel caso contrario sarebbe un fallimento”.

Notizie Correlate