• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, VASSALLO: “L’EX CANTIERE NAVALE VA RECUPERATO IN FRETTA. CI SONO LE CONDIZIONI”

TRAPANI, VASSALLO: “L’EX CANTIERE NAVALE VA RECUPERATO IN FRETTA. CI SONO LE CONDIZIONI”

Lo definisce “un incubo” che però potrebbe passare in fretta. Il consigliere comunale di Trapani Andrea Vassallo (gruppo per Trapani) non ha mai mollato la presa sull’ex Cantiere Navale. In discussione ci sono “decine di famiglie che da qualche mese sono senza ammortizzatori sociali”. L’area dell’ex CNT è stata affidata in concessione ma finora non sono stati fatti passi avanti nell’assegnazione del sito, che è stato un fiore all’occhiello della cantieristica navale della città. Vassallo è tornato ad essere fiducioso sul futuro dell’ex CNT per due ordini di motivi. Ha infatti apprezzato le recenti dichiarazioni del presidente dell’Autorità di Sistema Sicilia Occidentale Pasqualino Monti, pronto a definire le procedure “per l’atto di anticipata occupazione dell’area”, che per il rappresentante consiliare non può che essere un tassello operativo e concreto dopo la sentenza del Tar di Palermo del 2017 che “ha assegnato l’area alla società <<Marinedì>>”. Lo stesso Vassallo – nel suo nuovo intervento sull’ex CNT – sottolinea che la società in questione si occupa di cantieristica da diporto. Rimarca anche che martedì prossimo ci sarà “un sopralluogo dell’impresa assegnataria”, che dovrebbe essere decisivo per mettere la parola fine su questa vicenda. Vassallo chiama in causa anche la Regione, perché a poca distanza dall’ex CNT c’è il bacino di carenaggio ristrutturato da qualche tempo ma finito in balia del degrado. E’ di proprietà regionale ed attende il ripristino dell’impianto elettrico “da tempo immemore”, polemizza il consigliere.

Commenti

commenti