TRAPANI, IL PIANO DELLA GIUNTA TRANCHIDA PER LA “MISSIONE SPAZZATURA”

“Missione spazzatura”. La strategia per eliminarla è definita nel Documento Unico di Programmazione che accompagna il bilancio di previsione 2019-2021. Sia il DUP, che lo strumento finanziario – oltre al piano triennale delle opere pubbliche – sono in discussione nelle commissioni consiliari per poi approdare in aula per il confronto ed il voto. La sfida dell’amministrazione Tranchida è in cinque mosse. La raccolta differenziata sarà sempre più spinta. Lo impongono le norme ma è anche una scelta politica. Nel progetto trapanese tornano ad essere un punto di riferimento le isole ecologiche da definire sul territorio, così come i Centri Comunali di Raccolta. L’amministrazione finisce per “subire” il sito che si trova sul Lungomare Dante Alighieri, ma punta ad una svolta nella verifica di nuove aree per potenziare anche questo sistema di raccolta. Una delle novità che fa parte del piano in cinque punti è la sperimentazione delle “case del compost”. Una soluzione che può ridurre drasticamente il problema dello smaltimento dell’organico, attuando nuove politiche ambientali. Lo schema dell’amministrazione Tranchida prevede, inoltre, la produzione di bio-metano direttamente in discarica con l’utilizzo dei rifiuti organici. Nel DUP si fa un esempio concreto: “A Bergamo è già attivo il primo impianto in Italia che, senza produrre emissioni in atmosfera, immette nella rete il bio-metano prodotto”. L’amministrazione intende anche spingere sull’acceleratore della pubblicità per dare vita ad una vera e propria “coscienza ambientale” che passa soprattutto dalle scuole. Spazio pure ad una nuova regia della pulizia di strade e marciapiedi, con una programmazione che potrà affidarsi alle nuove tecnologie di comunicazione e di controllo del territorio. Tra gli obiettivi della giunta Tranchida anche quello di realizzare le “case dell’acqua” in zone strategiche della città per ridurre le bottiglie in giro, consentendo l’approvvigionamento idrico di acqua potabile.

Commenti

commenti