• Home »
  • Sport »
  • PIACENZA-TRAPANI 0-0, PARTITA EQUILIBRATA, ORA FINALE DI RITORNO AL PROVINCIALE

PIACENZA-TRAPANI 0-0, PARTITA EQUILIBRATA, ORA FINALE DI RITORNO AL PROVINCIALE

Piacenza-Trapani 0-0

Piacenza: Fumagalli, Pergreffi, Silva (Bachini 75′), Sestu (Terrani 66′), Ferrari (Perez 80′), Corradi, Della Latta, Di Molfetta (Corazza 75′), Marotta, Corsinelli, Barlocco. A disposizione: Calore, Calzetta, Sylla, Cauz, Nicco, Mulas, Porcari. All. Franzini

Trapani: Dini, Garufo, Scognamillo, Da Silva, Franco (Lomolino 80′), Corapi, Taugourdeau, Costa Ferreira, Ferretti (Fedato 52′), Nzola, Tulli (Golfo 84′). A disposizione: Cavalli, Ferrara, Evacuo, Mulè, Tolomello, D’Angelo, Canino, Scrugli. All. Italiano

Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza

assistente: Nicola Mariottini di Arezzo e Michele Dall’Università di Aprilia IV ufficiale: Luca Zufferli di Udine

Note: Ammoniti Marotta, Scognamillo, Perez
Calci d’angolo: 6-10
Recuperi: 0 pt; 4′ st.

La partita. Risultato importante ed incoraggiante. Il Trapani torna da Piacenza con un pareggio che gli consentirà, tra una settimana, di giocarsi la promozione in serie B tra le mura amiche. Il pareggio, a reti inviolate, è frutto di una gara accorta. Il Trapani ha rischiato pochissimo e quando ha potuto, ha provato ad affondare il colpo. Il Piacenza ha recriminato per due contatti in area di rigore ma nel primo caso Garufo è stato trascinato a terra dal suo avversario e cadendo ha toccato la palla con il braccio ma in maniera assolutamente involontaria. Nel secondo caso Taugordeau finisce a terra in area granata assieme ad un avversario ma è davanti al giocatore del Piacenza e di conseguenza il suo non è stato un intervento irregolare. Il Piacenza avrebbe dovuto fare molto di più per impensierire il Trapani e nel secondo tempo la squadra di casa è stata pericolosa soltanto in una occasione con una punizione di Corradi che Dini ha mandato in angolo. I granata avevano cominciato bene ma poi la partita si è giocata a centrocampo, con squadre corte e pressing su ogni pallone.

Secondo tempo. Partita equilibrata come il primo tempo. Al 51′ Fedato al posto di Ferretti. Mister Italiano prova a vivacizzare il gioco sulle fasce perché il centrocampo è intasato. Il Piacenza ha provato con alcune sostituzioni di cambiare volto alla gara ma non c’è riuscito. Ancora sostituzioni per il Trapani con Lomolino al posto di Franco ed all’83’ Golfo al posto di Tulli. L’arbitro concede 4′ di recupero ma accade poco o nulla. Primo tempo. La posta in palio è altissima e Piacenza e Trapani hanno giocato prima di tutto per non dare spazio agli avversari. Mister Italiano fa di necessità virtù e cambia la formazione per gli infortuni e le squalifiche. Garufo esterno destro basso, Franco esterno basso sinistro. Centrali Scognamillo e Da Silva. Un centrocampo d’esperienza con Costa Ferreira a destra, Taugourdeau centrale e Corapi a sinistra. Il tridente d’attacco con Ferretti a destra, Nzola centrale e Tulli a sinistra. Il Trapani si fa subito sotto con un colpo di testa di Nzola dopo 2′ che impegna il portiere del Piacenza che ha mandato la palla in angolo. Ancora un corner con una punizione di Taugordeau. Squadre che si affrontano a centrocampo, con il Piacenza che prova a scavalcare il centrocampo granata ed il Trapani che va avanti con la sua manovra avvolgente. Quando la squadra di Italiano spinge la difesa del Piacenza entra in tensione. Accade poco fino al 39′ quando Costa Ferreira si presenta sulla trequarti del Piacenza e prova un tiro a giro che avrebbe potuto avere maggior fortuna. L’arbitro manda tutti negli spogliatoi al 45′ spaccato.

Commenti

commenti