QUOTE TONNO, FERRO (DB): “MODIFICATE IL DECRETO CHE PENALIZZA FAVIGNANA”

Diventerà Bellissima mette subito le cose in chiaro: “Chiediamo che il Ministro dell’Agricoltura e Attività marinare ritiri il decreto di assegnazione delle quote tonno, palesemente iniquo e assurdo, che non garantendo la sostenibilità economico finanziaria delle attività di pesca ne danneggia fortemente il comparto che da secoli è storia, cultura, occupazione e prelibatezza per i buongustai”. Per la coordinatrice provinciale Giulia Ferro non ci sono alternative. Il decreto va modificato perchè penalizza la Tonnara di Favignana e l’economia del territorio. La dirigente DB entra nel merito del danno arrecato a Favignana ed alla sua comunità oltre che all’azienda Castiglione che aveva calato le reti: “Arrecando un grave danno economico non solo all’azienda trapanese Nino Castiglione, a cui è stata affidata l’attività dell’impianto e che ha già investito circa un milione di euro creando posti di lavoro, ma a tutto il territorio naturalmente vocato per tradizione e per cultura, alla pesca del ricercato pesce azzurro della famiglia Scombridae”.

Commenti

commenti