• Home »
  • Politica »
  • TRAPANI, TRANCHIDA: “NOTTE BIANCA”. I COMITATI: “NOTTI IN BIANCO”

TRAPANI, TRANCHIDA: “NOTTE BIANCA”. I COMITATI: “NOTTI IN BIANCO”

Bocciato, senz’appello. I Comitati “Centro Storico” e “Residenti” dicono no alla “Notte Bianca” che il Comune sta organizzando. La data sarebbe quella del 31 maggio. Il sindaco Giacomo Tranchida ha convocato commercianti e cittadini interessati all’iniziativa per domani alle 11 – secondo piano, Palazzo D’Alì. Ma c’è già una prima risposta, quella dei due Comitati. “Non condividiamo – si legge in una nota congiunta – questo modo di operare, non si attrae turismo in questa maniera, quello sano, quello vero, non si valorizza il centro storico, semmai spesso si deturpa e diventa solo occasione per episodi di microcriminalità, di scorribande di ragazzi, giovani e meno giovani, dediti solo a star fuori fino a notte inoltrata. Essendo organizzata per il venerdì già prevediamo almeno 2-3 notti in bianco!”. I due Comitati si sentono indifesi: “Peraltro con il nuovo regolamento approvato da questo consiglio comunale, molti locali potrebbero piazzare sul suolo pubblico impianti di diffusione musicale che amplificheranno nelle piccole stradine chiassosità e la rumorosità generale. Non la musica vera, quella piacevole, ma come sempre sarà il caos”. I due Comitati si soffermano su un punto: “Nell’attesa dell’installazione di telecamere di videosorveglianza in alcune  strade interessate dalla cosiddetta movida trapanese, istanza ancora disattesa da questa amministrazione come dalla precedente, che abbiamo più volte auspicato e che farebbe definitivamente chiarezza su quanto da anni denunciamo”. Quella dei due Comitati è una protesta-proposta. Ecco i quattro punti che pongono all’attenzione dell’amministrazione Tranchida. Il primo: “Monitorare la situazione a mezzo la forza pubblica per garantire sicurezza alle famiglie e turisti, nonchè la cessazione della musica allo scadere dell’orario previsto dalla emananda ordinanza straordinaria, che già prevediamo essere alle due di notte”. Il secondo: “Vietare l’uso di impianti di diffusione musicale non a norma di legge, e autorizzare quelli a norma solo previa acquisizione da parte degli uffici comunali della relativa certificazione  tecnica e domanda da parte dei titolari di locali di regolare occupazione di suolo pubblico. Il terzo: “Vietare l’accesso selvaggio da parte di auto e motocicli non autorizzati in zona ZTL con relativi controlli delle Forze dell’Ordine”. Il quarto: “Vista la straordinarietà dell’evento, autorizzare la Polizia Municipale a svolgere compiti di controllo e di pubblica sicurezza permanente in Centro storico fino alle due di notte”.

Commenti

commenti