BIRGI, DI MAIO: “KUWAIT AIRWAYS NON SI STA OCCUPANDO DELL’AEROPORTO”

“Ho approfondito personalmente e direttamente sul reale interesse della Kuwait Airways per l’aeroporto di Birgi. Da quanto appurato personalmente al momento non c’è nessun coinvolgimento da parte della compagnia aerea ad operare in tal senso. Anzi la stessa compagnia si chiede come sia possibile che siano riportate notizie senza che prima ci si accerti della verità”. A dichiararlo è l’imprenditore castelvetranese Gianfranco Di Maio che si presenta così: “Chi mi conosce sa che da molti anni risiedo in Kuwait dove vanto una cordiale amicizia con la famiglia Reale del Kuwait, AL Sabah”. Aggiunge, nella sua nota, di essere stato subissato di telefonate ed email che chiedevano conferma su un eventuale interesse della compagnia area kuwaitiana per l’aeroporto di Birgi. Dopo l’iniziale entusiasmo che aveva coinvolto lo stesso imprenditore c’è stata, sempre da parte sua una verifica dello stato delle cose che ha però fornito un esito decisamente negativo rispetto alle aspettative che si erano registrate in questi giorni e che lasciavano intravedere una possibilità di rilancio dello scalo. Ed ha così approfondito direttamente avendo però la notizia che non c’era nulla di concreto, tutt’altro. L’imprenditore Di Maio ha poi voluto dire la sua su Birgi: “Da una profonda analisi tecnica da me effettuata, ad oggi la Regione Siciliana, che detiene la totale maggioranza e controllo dell’Aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, operante tramite la controllata società Airgest Spa, in questi anni avrebbe dovuto intraprendere una serie di strategie per attrarre l’interesse da parte di investitori in grado di risollevare le sorti di un aeroporto che ha tutte le caratteristiche per diventare un sito di eccellenza nel mondo dei trasporti aerei e servizi. In questi anni avrebbe dovuto aprire dei tavoli tecnici, per dare un segnale tangibile a voler risolvere il problema che ci trasciniamo da diversi anni”.

Commenti

commenti