TRAPANI, TOSCANO E SPADA: “SALVIAMO LE NOSTRE COSTE. ECCO IL PIANO OPERATIVO”

Un piano operativo con un obiettivo dichiarato: salvare la costa trapanese dal rischio concreto della sua erosione. I consiglieri Massimo Toscano e Grazia Spada hanno prima voluto fare il punto della situazione definendo il contesto che deve fare i conti e si confronta con l’allarme lanciato dentro e fuori il consiglio. Il territorio in questione è devastato. Sono state costruite strade a ridosso degli arenili, come nel caso del Lungomare Dante Alighieri e di Viale Mothia a Marausa. E’ stata realizzata una parte del cimitero comunale. E’ stato dato il via libera a centri commerciali ed a strutture di vendita. Sono stati realizzati quartieri popolari come Cappuccinelli nel capoluogo e San Giuliano ad Erice. Lo scenario per aprire il confronto è dunque questo e non va per nulla sottovalutato per affrontare il problema dell’erosione delle coste. Toscano e Spada lasciano ad altri la soluzione della propaganda politica ed entrano nel merito della questione con proposte tecniche. “Bisogna procedere – sottolineano i due consiglieri di maggioranza – con apposite relazioni alla realizzazione delle schede indicative delle criticità delle nostre coste per poi accreditarsi presso la piattaforma <<Rendis>> e chiedere anche di modificare il Piano d’assetto idrologico delle coste, all’interno del quale nessun tratto di criticità interessa le coste di Trapani”. Ed ancora: “Riteniamo fondamentale il ruolo d’interscambio continuo d’informazioni tecniche e territoriali tra le amministrazioni, nonché la necessità di dotarsi del Piano d’utilizzo del demanio marittimo e della pertinente valutazione ambientale strategica, la VAS, per semplificare”. Iniziative e progetti che i consiglieri Spada e Toscano intendono canalizzare in specifici bandi di settore per ottenere le risorse finanziarie per recuperare le coste trapanesi.

Commenti

commenti