MARSALA, GANDOLFO (PSI): “PD E LINDA LICARI IN CONTRADDIZIONE SULL’ASSESSORE RUGGERI”

Facebook

8 Agosto 2017

Come primo atto da presidente della sesta commissione consiliare “Politiche Sociali” si registra la richiesta delle dimissioni dell’assessore Clara Ruggieri. Inizia così la presidenza di Letizia Arcara, eletta al vertice della commissione anche con i voti della “defenestrata” Linda Licari, fedelissima del sindaco Alberto Di Girolamo, e dei consiglieri del Pd, che sostengono l’amministrazione e di conseguenza anche l’assessore Ruggieri. LIcari “sfiduciata” per non essere stata in grado di mettere alle corde giunta ed assessore. I tre Dem che hanno votato per l’elezione dell’Arcara alla presidenza sono Calogero Ferreri, Giuseppe Cordaro e Mario Rodriquez. Ed è a loro ed alla consigliera Licari che ha dedicato un post al vetriolo su Facebook il consigliere socialista Michele Gandolfo: “Al posto dell’uscente Linda Licari è stata eletta la consigliera Arcara, con i voti pure dei tre consiglieri del Partito Democratico e della stessa Linda Licari. La neo presidente ha dichiarato che come primo atto chiederà le dimissioni dell’assessore alle Politiche Sociali Clara Ruggeri per incompetenza! Per riflesso, quindi i tre consiglieri del Pd e la consigliera Linda Licari sono favorevoli alle dimissioni dell’assessore Ruggeri! Rimango basito!”. La neo presidente Arcara ha ringraziato per la fiducia ed ha sottolineato: “L’onore che mi avete concesso con l’elezione alla presidenza di questa commissione è pari al senso di responsabilità che sento di dover avere per il lavoro che ci attende. Lo voglio ripetere con grande fermezza: è mia intenzione svolgere un ruolo di garanzia e di tutela a favore di tutta la commissione. Sono convinta che solo dal rispetto reciproco e da quello delle regole che ci siamo dati, sia possibile nell’ambito dei rispettivi ruoli di maggioranza e minoranza, realizzare quelle condizioni  per corretto che porta alla concretizzazione di quegli obiettivi di contrasto alla crisi e di sviluppo e benessere del nostro popolo che sono, come ho detto i veri obiettivi”. Arcara fa parte del gruppo “Cittadini e non Sudditi”, assieme al consigliere Oreste Alagna. La sua elezione rappresenta un primo tassello politico per ricostruire il mosaico di una maggioranza consiliare che, da tempo, ha mostrato la corda. La vera sfida per il sindaco Di Girolamo e per la sua coalizione è comunque quella del rimpasto di giunta che potrebbe passare anche da un azzeramento di quella attuale. Ma finora il dibattito all’interno della maggioranza non ha fatto passi avanti significativi e le Regionali del 5 novembre sono sempre più vicine.

 

Notizie Correlate