• Home »
  • Attualità »
  • EMERGENZA RIFIUTI. PRESIDENTE SRR SPEZIA: “PRONTI AD ANDARE A PALERMO SE NON CI SARANNO RISPOSTE SULLA DISCARICA”

EMERGENZA RIFIUTI. PRESIDENTE SRR SPEZIA: “PRONTI AD ANDARE A PALERMO SE NON CI SARANNO RISPOSTE SULLA DISCARICA”

I sindaci della SRR “Trapani Nord” sono in attesa di una risposta, ma l’emergenza rifiuti si fa sempre più concreta e soprattutto vicina. Il prossimo 14 agosto la discarica di Trapani chiuderà i battenti. Non può più ricevere la spazzatura perché è ormai satura. La società che la gestisce, la “Trapani Servizi” ha presentato un progetto per la realizzazione di una nuova vasca, ma c’è bisogno di una variante e le procedure hanno tempi lunghi. L’autorizzazione della Regione non potrà mai affrontare quella che si presenta sempre di più come una nuova condizione di crisi per 13 Comuni trapanesi, compreso quello del capoluogo. Gli altri sono quelli di Alcamo, Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, Favignana, Marsala, Paceco, Pantelleria, San Vito Lo Capo e Valderice. Ed il presidente della SRR e primo cittadino valdericino Mino Spezia ha convocato stamattina gli altri sindaci per fare il punto della situazione. “Siamo in attesa – ha sottolineato Spezia – di una risposta da parte della Regione. Dovrebbero svolgersi degli incontri al Dipartimento ma finora non abbiamo avuto alcuna comunicazione ufficiale. Sappiamo soltanto che il 14 agosto la discarica chiude e non sarà più possibile conferire i rifiuti”. L’impianto di contrada Borranea chiuderà già il prossimo 7 agosto ma soltanto per un giorno e per interventi di manutenzione. “Non possiamo – ha aggiunto Spezia – che attendere. Lo faremo fino a lunedì prossimo. Se non ci saranno novità ci recheremo a Palermo all’assessorato perché è necessario scongiurare, ed al più presto, una emergenza ormai annunciata da tempo”.

Commenti

commenti