ENTELLA-TRAPANI 2-2, CITRO SALVA IL TRAPANI DALLA BEFFA. BUONA LA PRIMA DI MISTER CALORI

Il Trapani stava per perdere una partita che avrebbe meritato di vincere. Finisce 2-2, ma fino al 30′ del secondo tempo i granata avevano controllato l’Entella e difeso il vantaggio ottenuto all’8′ con un gran gol di Coronado. Mister Calori, alla sua prima panchina granata, mette la difesa a quattro, gioca con il trequartista e si affida davanti a Citro e Petkovic. Al 33′ del secondo tempo cambia però tutto, perché Guerrieri “regala” il pareggio all’Entella che, fino a quel momento, non aveva fatto nulla di serio per raggiungere il pareggio. Pressione in alcune fasi del primo tempo ed all’inizio del secondo ma nulla più per i padroni di casa. Il Trapani messo in campo da Calori è convincente. Ed al 32′ del primo tempo potrebbe raddoppiare, Scozzarella lancia Petkovic che mette la palla di tacco per l’accorrente Rizzato ma il cross dell’esterno granata viene deviato da Iacobucci quel che serve a togliere la palla dalla testa di Coronado. Al 43′ ancora Coronado con un’azione personale che non riesce però a concludere con un tiro in porta da buona posizione dopo essere entrato in area. Il primo tiro in porta dell’Entella, nella prima parte della gara, arriva al 45′ con Pellizzer che cerca di deviare in rete una ciabattata di un compagno di squadra. Il secondo tempo comincia con la sostituzione di Scozzarella al 5′ per infortunio, al suo posto Nizzetto. Al 7′ ci prova Masucci ma Guerrieri è attento e para. Al 15′ ancora una occasione per raddoppiare per il Trapani. Un vero e proprio “miracolo” di Iacobucci su un colpo di testa di Petkovic. Al 22′ è l’unica vera occasione per l’Entella con Caputo che si trova da solo al centro dell’area del Trapani ma sparacchia sul fondo. Il Trapani risponde con Citro, due minuti dopo. Azione personale dell’attaccante granata che vuole troppo dal suo sinistro con un colpo sotto che si perde sul fondo non lontano dal palo alla destra di Iacobucci. Calori manda in campo Ciaramitaro al posto di Coronado. Ma al 33′ il pasticcio del portiere granata che non trattiene un tiro per nulla irresistibile che avrebbe potuto mandare in angolo o prendere in presa ed invece lo lascia rimbalzare e consente a Masucci di deviarlo in rete. Guerrieri si fa perdonare qualche minuto dopo deviando una velenosa punizione di Costa Ferreira. L’arbitro Marini concede 5′ minuti di recupero. Ed accade di tutto. Al 47′ il Trapani concede un calcio d’angolo che avrebbe potuto evitare. Cross in area e nuovo errore granata perché Pellizzer viene lasciato libero di colpire di testa ed è il vantaggio per l’Entella. Una beffa in piena regola. I granata non si arrendono ed un minuto dopo, De Cenco, entrato al posto di Petkovic, mette la palla in area e trova Citro pronto a metterla in rete per il pareggio dei granata. Un pareggio che fa morale per come è arrivato: la beffa era dietro l’angolo. Ma anche un pareggio che lascia l’amaro in bocca perché poteva essere l’occasione buona per ottenere tre punti. Il Trapani ha pagato i cali di tensione e soprattutto le incertezze in difesa. Ha controllato l’Entella per buona parte della gara ma nei momenti cruciali c’è ancora da fare. E’ comunque un buon inizio per mister Calori.

Il tabellino

Entella: Iacobucci, Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Keita (21’st Costa Ferreira), Belli (13’st Moscati), Gerli, Sini, Tremolada (16’st Ammari), Caputo, Masucci. A disposizione: Paroni, Cutolo, Palermo, Benedetti, Di Paola, Diaw. All. Roberto Breda

Trapani: Guerrieri, Fazio, Casasola, Figliomeni, Rizzato, Colombatto, Scozzarella (5’st Nizzetto), Barillà, Coronado (28’st Ciaramitaro), Petkovic (35’st De Cenco), Citro. A disposizione: Farelli, Daì, Legittimo, Visconti, Kresic, Canotto. All. Alessandro Calori

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Assistenti: Pietro Dei Giudici di Latina e Marco Bresmes di Bergamo

Quarto uomo: Simone Sozza di Seregno

Reti: Coronado 9’, Masucci 33’st, Pellizzer 47’st, Citro 49’st
Note: Ammoniti Gerli, Pellizzer, Ceccarelli nella Virtus Entella – Colombatto, Barillà, Fazio nel Trapani; Recuperi: 0’pt-5’st; Corner: 11-2

Le pagelle

Guerrieri 5: buona gara ma poi al 33′ del secondo tempo la combina grossa e regala il pareggio all’Entella. Un buon intervento su Masucci al 7′ del secondo tempo e su una punizione di Costa Ferreira al 36′. Avrebbe meritato la sufficienza ma l’errore è pesantissimo

Fazio 6: E’ a suo agio nella nuova difesa a quattro. Grande corsa, prende tutti quelli che si avvicinano nella sua zona e prova a spingere quando può.

Casasola 6: sta meglio nella coppia centrale di difesa, sbaglia davvero poco ed è tra i protagonisti di una difesa alta che ha mandato in tilt il temibile Caputo che finisce in fuorigioco almeno sei volte

Figliomeni 6: avrebbe dovuto prendere in consegna Pellizzer quando si affacciava in area di rigore ma l’ha perso nel momento topico della gara, rimanendo fermo come il resto della difesa. Per il resto non ha concesso nulla all’attacco dell’Entella

Rizzato 5,5: ha sul suo sinistro la palla per il raddoppio del Trapani già nel primo tempo, ma il suo cross viene deviato da Iacobucci che toglie la palla dalla testa di Coronado. Un’ingenuità alla fine della gara consente all’Entella di andare a calciare l’angolo che ha poi permesso a Pellizzer di portare la sua squadra in vantaggio in pieno recupero

Colombatto 6,5: sarà anche giovane ma ha personalità e visione di gioco. Morde le caviglie degli avversari quando serve ma ha anche i piedi buoni per verticalizzare il gioco. Non perde mai la calma. Rischia soltanto una volta concedendo palla a Caputo che però era in fuorigioco

Scozzarella 6: mette ordine nel centrocampo granata e fino a quando rimande in campo il Trapani imbriglia l’Entella. Ha una occasione su un passaggio lungo di Petkovic che avrebbe potuto sfruttare meglio. Tira di prima intenzione ma alza troppo la palla. Poteva essere una buona giocata per il Trapani

Barillà 6: partita di grande sacrificio per il centrocampista granata che prova a fare la spola tra difesa ed attacco. Ruba qualche buon pallone a centrocampo e prova a fare risalire la squadra. Non trova ancora la porta e non riesce ad arrivare in area di rigore senza palla ma è comunque un buon Barillà

Coronado 7: il gol del vantaggio granata è di ottima fattura. Raccoglie un buon suggerimento di Citro e non ci pensa una sola volta a controllare la palla ed a far partire un diagonale che Iacobucci può soltanto andare a prendere nella sua rete. Un’azione personale nel primo tempo poteva essere sfruttata meglio ma non trova il tempo per tirare e si porta la palla fuori

Petkovic 6: non è ancora il funambolico attaccante dell’anno scorso. Non è ancora l’uomo dell’ultimo passaggio ma sa di non essere ancora in forma e si mette a disposizione della squadra tornando in difesa nei calci d’angolo degli avversari. Si guadagna qualche punizione strategica per far rifiatare e far risalire la squadra. Ma al Trapani serve un altro Petkovic che potrebbe arrivare col tempo

Citro 7: un giocatore rinato. Lo stop che gli consente di servire Coronado per l’1-0 è un capolavoro di tecnica. L’azione personale nel secondo tempo con il colpo sotto una evidente prova che l’attaccante granata sta ritrovando se stesso. Il gol del pareggio nel finale del recupero concesso dall’arbitro un gol pesantissimo che tiene a galla la sua squadra

Nizzetto 6: entra all’inizio del secondo tempo al posto dell’infortunato Scozzarella. Si piazza sulla fascia destra e prova a far ripartire la squadra. Suo il passaggio per De Cenco che ha poi liberato al tiro Citro per il gol del pareggio

Ciaramitaro 6: mister Calori lo getta nella mischia quando il Trapani è ancora in vantaggio per coprirsi di più a centrocampo. Prova a dare serenità al reparto e rincorre tutti gli avverarsi che si fanno vedere nella sua parte di campo

De Cenco 6: gioca 10′ di gara, compreso i 5′ di recupero ma il suo apporto è decisivo. Si conquista una punizione interessante che Nizzetto prova a mandare all’incrocio dei pali della porta di Iacobucci. E’ lui a fornire l’assist a Citro per il pareggio. Impatto alla gara importante

Calori 6,5: lavora da poco con i granata ma già si vede la sua mano. La squadra verticalizza di più. E’ più squadra anche se sa di avere buone individualità che possono cambiare la gara in qualsiasi momento. Mette la difesa a quattro che rischia poco per quasi tutta la gara. Chiede ai suoi di non arroccarsi dietro e di avere coraggio e qualche risultato s’è visto

Diciottesima giornata

Pisa-Bari 0-0 (ieri)

Entella-Trapani

Ascoli-Latina 2-2

Avellino-Benevento 1-1

Carpi-Ternana 1-1

Cesena-Cittadella 3-0

Frosinone-Salernitana 1-3

Perugia-Pro Vercelli 1-0

Spal-Spezia 2-1

Vicenza-Verona 1-0

Brescia-Novara domenica (17,30)

CLASSIFICA: Verona 34 punti; Benevento, Spal, Frosinone 32; Perugia 29; Cittadella, Carpi 28; Entella 26; Bari 24; Spezia 23; Salernitana, Novara, Brescia 21; Latina, Pisa, Ternana 20; Cesena, Ascoli 19; Pro Vercelli, Vicenza 18; Avellino 17; Trapani 12.

Commenti

commenti