TRAPANI-CITTADELLA 0-2, SCONFITTA AMARA PERCHE’ NON MERITATA

Facebook

1 Ottobre 2016

Il Trapani non è nel suo momento migliore ma la capolista si porta a casa tre punti senza meritarli. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto. Ed ha ragione mister Serse Cosmi a fine partita a dire che “il Trapani non merita di perdere”. Il Cittadella vince 2-0 con due soli tiri nello specchio della porta ed il primo dei due al 6′ del secondo tempo. Giornata no del giovane portiere Guerrieri che ha la responsabilità dei due gol. Ma la squadra granata ha comunque giocato. La curva ed il Provinciale hanno contestato e mister Cosmi ha subito mandato il suo messaggio: “Ho detto alla mia squadra che ora siamo da soli. Loro, io e l’allenatore. Ma quando le cose cambieranno non voglio che nessuno salga sul carro e vi assicuro che sarà presto”. I granata hanno fatto una buona gara nel primo tempo. . Con un po’ di fortuna De Cenco avrebbe potuto segnare al 6′ di testa, al 38′ ci prova a sorpresa Colombatto su una punizione dalla destra, ancora De Cenco al 44′ colpisce di testa sugli sviluppi di un angolo ma non riesce a far girare la palla. Nel primo tempo il Cittadella non soltanto non ha mai tirato in porta ma non c’ha mai neanche pensato. Partita di contenimento della capolista che gioca come una squadra di Lega Pro. Fa sentire i tacchetti sugli avversari e corre a più non posso. Nel secondo tempo il Trapani prova a fare la partita come nel primo. Ma viene “freddato” da un tiro dalla disanza di capitan Iori che trova un gran gol anche se la palla scagliata dalla trequarti non era irresistibile ma Guerrieri si fa sorpendere. Tocca la palla ma non riesce a deviarla fuori dalla porta. Il Trapani sbanda e la capolista prende coraggio. Al 9′ una punizione di Marin brucia le mani al portiere del Trapani che manda però in angolo. Al 12′ Cosmi mette dentro Citro al posto di Fazio e porta la difesa a quattro. Al 17′ il Trapani ha la palla del pareggio con Ferretti che colpisce in pieno la trasferta con un sinistro a giro. A 21′ ancora Ferretti ma Alfonso è attento. Il Cittadella risponde con Kouame che manda la palla sull’esterno della rete. Al 30′ altra sostituzione di Cosmi. Lancia nella mischia Balasa al posto di Casasola. Al 33′ il sinistro di Citro viene deviato in angolo, la palla sarebbe entrata in porta. Al 34′ il pasticcio del secondo gol. Balasa alleggerisce su Guerrieri che stoppa la palla e tenta il dribbling, Kouame ruba palla e la consegna la palla a Litteri che la deposita in rete a porta vuota. Un raddoppio che taglia le gambe al Trapani e che consente al Cittadella di gestire meglio la gara. Al 37′ Citro mette in area per De Cenco che da pochi centimetri dalla porta non riesce a segnare con un colpo di testa troppo debole. Un gol quasi fatto che è però rimasto tale. Cosmi tenta la carta della disperazione e negli ultimi minuti della gara mette dentro Kresic al posto di uno stanchissimo De Cenco. Prima del fischio finale, dopo 3′ di recupero, sulla testa di Ferretti ancora una occasione per segnare che sfuma. A fine gara fischi dalla curva e cori non di sostegno nei confronti della squadra.

TRAPANI-CITTADELLA 0-2

TRAPANI: Guerrieri, Casasola (30’st Balasa), Pagliarulo, Legittimo, Fazio (12’st Citro), Nizzetto, Colombatto, Barillà, Rizzato, Ferretti, De Cenco (39’st Kresic). A disposizione: Farelli, Daì, Figliomeni, Visconti, Ciaramitaro, Canotto. All. Serse Cosmi

CITTADELLA: Alfonso, Salvi, Iori, Valzania, Scaglia, Litteri, Chiaretti (30’st Schenetti), Bartolomei, Arrighini (26’st Kouame), Martin, Pascali (41’st Pelagatti). A disposizione: Paleari, Benedetti, Lora, Pedrelli, Strizzolo, Paolucci. All. Roberto Venturato

Arbitro: Valerio Marini di Roma 1

Assistenti: Francesco Disalvo di Barletta e Gianluca Sechi di Sassari

Quarto uomo: Andrea Capone di Palermo.

Reti: Iori 6’st, Litteri 34’st

Note: Ammoniti Fazio, Pagliarulo, Nizzetto nel Trapani – Scaglia, Bartolomei, Valzania nel Cittadella; Recuperi: 0’pt-3’st; Corner: 10-2; Spettatori: 4.598

Le pagelle del Trapani

Guerrieri 5: ha perso la sicurezza delle partite precedenti. Vede troppo tardi il tiro di Iori che porta il Cittadella in vantaggio e poi azzarda un dribbling che causa la seconda rete. E’ giovane e bisogna avere pazienza perché è un buon portiere

Casasola 5,5: anche il giovane difensore granata è sceso di rendimento rispetto alle altre gare. Sbaglia appoggi facili e perde la lucidità in qualche giocata di troppo

Pagliarulo 5,5: deve dare equilibrio all’assetto difensivo e non sempre chiude come dovrebbe

Legittimo 6: è in crescita costante. Gioca su tutti i palloni e quando c’è da randellare, randella.

Fazio 5,5: il pubblico del Provinciale conosce un altro Fazio. Gioca a corrente alternata e non spinge come dovrebbe sulla fascia di competenza

Nizzetto 5,5: s’impegna, corre, cerca di dare ritmo alla squadra ma di Nizzetto ci si aspetta qualcosa di più dell’ordinaria amministrazione. Nel primo tempo a destra, nel secondo più a sinistra, quache buon cross ma nulla più

Colombatto 5,5: per impegno e dinamismo meriterebbe un 7 pieno. Ma Cosmi gli aveva affidato le chiavi del centrocampo granata e lui ha lasciato l’auto in garage

Barillà 5,5: t’aspetti la giocata alla Barillà, il guizzo vincente, ma da troppo tempo non arriva più. Eppure oggi era nel suo ruolo, non doveva adattarsi, ma anche questa è stata una occasione mancata

Rizzato 5,5: il miglior Rizzato manca eccome a questo Trapani, prova a sfondare sulla sinistra. Si procura una puniione che avrebbe dovuto portare all’espulsione di Scaglia per doppia ammonizione ma l’arbitro Marini non ha il coraggio di estrarre il secondo “giallo”

Ferretti 5,5: sbaglia qualche passaggio di troppo, il Provinciale lo “becca” e sicuramente non lo aiuta. Ma è il granata che si avvicina di più al gol con il suo sinistro che finisce sulla traversa

De Cenco 5,5: non riesce mai ad avere il ritmo giusto in gara e fa arrabbiare Cosmi che lo vorrebbe più reattivo. Vede la porta ma tra sfortuna ed imprecisione non riesce a fare quello che gli ha chiesto Cosmi, metterla dentro

Citro 6: positivo il suo ingresso in campo. Vivacizza l’azione dei granata. Va vicino al gol, prova a fare segnare De Cenco e mette la difesa del Cittadella in crisi partendo da dietro, ma non basta per radrizzare una partita storta

Balasa s.v.: entra al 30′ del secondo tempo ma continua ad essere un oggetto misterioso. Non ha cambio di passo ed è attore non protagonista del secondo gol del Cittadella

Kresic s.v.: è un difensore centrale che Cosmi mette in campo negli ultimi minuti per sfruttare la sua altezza. Lo posiziona al centro dell’attacco granata ma non riesce ad incidere

Cosmi 6: difende la squadra con i denti e fa bene. Fischi e cori eccessivi a fine gara e durante i minuti finali della gara. Ha visto un buon Trapani e c’è da essere d’accordo con lui. Il problema è che questo Trapani non basta. Non vinceva ma pareggiava. Ora non riesce più a fare neanche questo. Urgono correttivi, ma c’è anche da dire che non aveva alternative in panchina per la lunga lista di assenti

Settima giornata serie B- andata

Brescia-Bari 1-1 (ieri)

Avellino-Pro Vercelli 3-2

Benevento-Novara 1-0

Frosinone-Perugia 1-2

Spal-Salernitana 3-2

Ternana-Verona 0-3

Virtus Entella-Vicenza 4-1

Cesena-Latina (domenica ore 15)

Ascoli-Spezia (domenica 17,30)

Carpi-Pisa (lunedì 20,30)

CLASSIFICA: Cittadella 18 punti, Verona 16, Benevento 14, Virtus Entella, Pisa 11, Brescia, Spezia 10, Carpi, Perugia, Bari 9, Spal, Frosinone 8, Ascoli, Ternana 7, Salernitana, Cesena, Pro Vercelli 6, Novara, Trapani, Vicenza 5, Latina 4.

Notizie Correlate