• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, DIVENTERA’ BELLISSIMA “BACCHETTA” TRANCHIDA SU BIRGI E DOPPI TURNI A SCUOLA

TRAPANI, DIVENTERA’ BELLISSIMA “BACCHETTA” TRANCHIDA SU BIRGI E DOPPI TURNI A SCUOLA

Solo propaganda. Per il circolo di “Diventerà Bellissima” Trapani-Erice c’è soltanto propaganda nell’iniziativa del sindaco Giacomo Tranchida che ha chiamato a raccolta i sindaci per lunedì prossimo a Palazzo D’Alì. Due i temi in discussione: l’aeoporto di Birgi ed il rischio di doppi turni per gli studenti delle scuole superiori. Istititi che rientrano nelle competenze del Consorzio Comunale di Trapani. DB taglia corto e considera Tranchida “perennemente in campagna elettorale per mantenere consenso e distrarre i cittadini dalle difficoltà amministrative. Nell’immobilismo totale di questi anni per la città, anche spostare una sedia appare
un fatto straordinario”.Il circolo trapanese del Movimento del Presidente Musumeci entra nel merito delle due questioni ancora aperte e l’attacco a Tranchida è frontale: “Continua con la strumentalizzazione a fini politici contro il Governo regionale quando in realtà Tranchida dovrebbe incontrarsi e convincere il sindaco di Palermo, vero freno per il rilancio Trapani, a siglare l’ accordo per la nuova società di gestione unica tra i due Aeroporti di Trapani e Palermo”. Anche sul rischio doppi turni DB picchia duro: “Si rimane nel campo della strumentalizzazione. Basterebbe invece attendere l’approvazione della finanziaria regionale. Questo perchè il gruppo di DB ha presentato un emendamento per aiutare i Liberi Consorzi, prevedendo misure straordinarie per far fronte alle attuali difficoltà, come ad esempio la previsione per il biennio 2019-.2020 che le somme relative al versamento allo Stato dello split payment fiscale siano destinate ai Liberi Consorzi per far fronte ai maturati disavanzi e e al prelievo forzoso”.DB non si limita alla critica e utilizzando una vecchia formula calcistica – la miglior difesa è l’attacco – prova a fare scacco matto all’amministrazione Tranchida in sei mosse. O meglio in sei punti programmatici che non hanno ancora trovato una soluzione: “La città attede di vedere ripulite, anche dagli ingombranti, le strade periferiche dei quartieri che devono essere pure aggiustate. L’avvio di una pulizia dei marcipiedi dalle deiezioni canine”. Ed ancora: “Di vedere risolta la questione randagismo e canile municipale, oltre al rilancio del teatro <<Tito Marrone>> e l’ampliamento dell’offerta didattica formativa del Consorzio Universitario, anche in previsione del social housing.  Tranchida farebbe bene a ristrutturare e ridare alla collettività immobili comunali in stato di abbandono, alcuni anche in centro storico e a riaprire le strutture sportive come la palestra Dante Alighieri, Cappuccini e Tenente Alberti”. Per ultimo ma non ultimo: “Il riconoscimento per regolamento di uno degli istituti di democrazia partecipata dal basso e cioè le Consulte – Giovanile, per lo Sport, per il turismo e per i Servizi al Cittadino – quali organi consultivi e propositivi”.  Per DB Tranchida dovrebbe occuparsi di tutto questo e non di altro: “Riteniamo che solo il raggiungimento di tali 6 primari obiettivi, unitamente alla nuova governance unica dell’aeroporto, possa consentire il rilancio della città di Trapani e del marchio <<Trapani west Sicily>>”.

Commenti

commenti