• Home »
  • Attualità »
  • TRAPANI, CONSIGLIO STRAORDINARIO SU BIRGI. GIGLIO: “NEGOZIAZIONI IN CHIAVE PRIVATISTICA SULL’AEROPORTO ED AIRGEST INADEGUATA”

TRAPANI, CONSIGLIO STRAORDINARIO SU BIRGI. GIGLIO: “NEGOZIAZIONI IN CHIAVE PRIVATISTICA SULL’AEROPORTO ED AIRGEST INADEGUATA”

La Lega picchia duro e nel suo intervento in consiglio comunale il suo referente cittadino Bartolo Giglio denuncia una condizione di assoluta criticità dell’aeroporto. Criticità dovuta, a suo dire, da interessi sullo scalo. Il dirigente salviniano ha esordito con quella che ha definito una battuta di colore. Assente il presidente dell’Airgest Paolo Angius, andat via per un impegno all’aeroporto, Giglio si è comunque rivolto a lui sottolineando che “i suoi consiglieri di amministrazione hanno deciso di farsi un selfie in un albergo a cinque stelle di lusso a Milano appena due giorni fa, con risorse dell’Airgest. Questo la dice lunga ed è il segno della competenza di questo Cda ad affrontare problematiche che ormai si sono incacrenite”. Giglio è andato giù pesante anche sul bando per le nuove tratte: “L’Airgest è mancata. Prima il bando gli apparteneva, poi, quando è andato male, non gli è appartenuto più”. Il dirigente della Lega ha poi lanciato il suo affondo finale: “La situazione di Birgi è allarmante e le cose non vanno come ho sentito dire. Abbiamo il sospetto che vi sia una strada B rispetto a quella che viene indicata ed abbiamo la convinzione che vi possa essere una negoziazione in chiave privatistica. C’è una cerchia di soggetti abituati a muoversi su tavoli paralleli per definire l’economia di questo territorio. Ed in una economia debole l’aeroporto diventa un riferimento come nel caso della gestione dei parcheggi, che diventa importante per i suoi introiti. Di più non posso dire perché non ho contezza di fatti che altrimenti avrei già riferito in altra sede”. Giglio ha poi chiamato in causa un altro assente, che si è dovuto allontanare per impegni istituzionali, il sindaco Giacomo Tranchida: “Lo ricordo, come sindaco di Erice, che su questo argomento sosteneva, a ragione, l’importanza del territorio e della difesa delle sue prerogative. Me lo ritrovo da sindaco di Trapani a sostenere l’accordo con Palermo. Ricordo che l’Università funzionava ed andava bene fino a quando non sono arrivati i professoroni di Palermo. Faccio riferimento alle dinamiche dell’ASP assoggettate ad esperienze palermitane. Lo stesso aeroporto. A proposito, è bene che il presidente Angius chiarisca se detiene davvero azioni della GESAP. Se fosse così si troverebbe in un evidente conflitto d’interessi”. Sul rischio di una “negoziazione in chiave privatistica per rapporti aeroportuali e di trasporto aereo”, ha concluso Giglio, la Lega ha interessato il sottosegretario Siri che “presto – ha aggiunto Giglio – sarà a Trapani per affrontare anche questo problema”.

Commenti

commenti