• Home »
  • Politica »
  • ERICE, I “TRANCHIDIANI” RILANCIANO E CANDIDANO A SINDACO GIANNI MAURO

ERICE, I “TRANCHIDIANI” RILANCIANO E CANDIDANO A SINDACO GIANNI MAURO

Colpo a sorpresa ma non tanto di “Erice che Vogliamo”. Il movimento del sindaco di Erice Giacomo Tranchida ha il suo candidato sindaco. E’ l’assessore Gianni Mauro. I “tranchidiani” lanciano dunque la loro sfida autonoma per le Comunali di primavera e 24 ore dalla presentazione ufficiale dei candidati alle primarie del Pd: Daniela Toscano, Laura Montanti e Franco Todaro. Primari che il movimento rispetta ma che finisce per bocciare politicamente. Considera il Pd l’alleato di riferimento ma rilancia con le primarie di coalizione. Chiede dunque ai democratici un passo indietro rispetto al percorso che hanno definito. O in alternativa un altro turno di primarie, dopo quelle che i Dem svolgeranno il prossimo 22 gennaio. La conclusione di un lungo documento che rivendica l’azione amministrativa di questi anni e riconosce il ruolo del Pd è quanto mai chiara: “Solleciteremo ancora in questi giorni, con lo spirito di lealtà che ci contraddistingue , un incontro con i vertici comunali del Pd, nostro primo alleato politico oltre ai movimenti e associazioni, e con i loro candidati sindaci alle primarie, per insieme calendarizzare date, modalità di svolgimento e dettagli delle primarie di coalizione, al fine di individuare la figura migliore che dovrà rappresentare i cittadini ericini per la prossima legislatura”. La candidatura di Mauro -assessore, portavoce e co-fondatore del movimento – è frutto di una riflessione che ha coinvolto lo stato maggiore del movimento: il sindaco Giacomo Tranchida, il presidente del consiglio comunale Ninni Romano, l’assessore Angelo Catalano ed i consiglieri Paolo Genco, Pino Agliastro, Peppe Spagnolo, Pippo Martinez e Antonino Ingrasciotta. I “tranchidiani” puntano dunque a “primarie di coalizione estese a tutti i movimenti civici”.

 

 

Commenti

commenti