TRAPANI, PASSA LA LINEA TRANCHIDA. CHI FA L’ASSESSORE DEVE LASCIARE L’AULA. UNA SOLA ECCEZIONE

Facebook

20 Gennaio 2020

Alle sue liste ed a quelle più vicine l’aveva posta come condizioni, ma senza forzature e con il sostegno del tempo che avrebbe fatto – come ha fatto – la sua parte. Agli alleati l’ha presentata come una indicazione da prendere in considerazione. A conti fatti, il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida può ritenersi più che soddisfatto. Gli assessori- consiglieri sono ormai soltanto assessori – così come aveva chiesto – con la sola eccezione di Peppe La Porta (Amo Trapani). Il primo a rispettare le consegne è stato Dario Safina, eletto nella lista Cambiamenti. Dopo la nomina in giunta e la necessaria fase di assestamento ha presentato le sue dimissioni da consigliere, consentendo al primo dei non eletti della sua lista, Enzo Guaiana di fare il suo ingresso nell’assemblea di Palazzo Cavarretta. L’assessore Safina ha lasciato l’aula dopo l’approvazione del bilancio di previsione 2019. Dimissioni che hanno chiamato in causa anche l’assessore Enzo Abbruscato. Decisione ufficializzata quasi con lo spumante in mano per festeggiare il nuovo anno. Dimissioni consiliari precedute dalla sua nomina a vicesindaco del Comune. Al suo posto il primo dei non eletti della lista “Trapani con Coerenza” Santo Vassallo. Il percorso tracciato da Safina, confermato da Abbruscato è stato condiviso anche dall’assessore Giuseppe Pellegrino. Al suo posto tornerà l’ex consigliera Laura Genco che aveva dovuto lasciare l’aula dopo l’esito del ricorso al Tar del primo dei non eletti, in quel momento, della lista “Demos”. Domenico Ferrante ha fatto valere le sue ragioni nella verifica di alcune schede ed è arrivato al passaggio di consegne con la consigliera Genco che però, con la scelta di Pellegrino, è ancora una volta in prima linea e salvo cambiamenti dell’ultima ora farà parte dello stesso gruppo di Ferrante. Non ha mai accolto l’invito del sindaco, l’assessore La Porta. “Amo Trapani” non è stata una lista di Tranchida nelle Comunali del 2018, ma una lista alleata del candidato sindaco. La Porta ha detto chiaramente di non essere disponibile ad un passaggio di consegne consiliare.

Notizie Correlate