BIRGI, LA PROPOSTA TRANCHIDA ED IL VIA LIBERA DEI SINDACI

Facebook

20 Gennaio 2020

La proposta Tranchida ha il via libera del Comune di Mazara del Vallo. Il vicesindaco Vito Billardello ha dato il via libera del suo Comune. Sì al tavolo tecnico per l’aeroporto di Birgi, sì alla verifica dell’utilizzo di parte delle somme che la Regione trasferisce con la legge uno, sì al recupero dei 5 milioni di euro come ristoro per la chiusura totale e poi parziale dell’aeroporto durante la guerra in Libia nel 2011 contro il regime di Gheddafi, sì al recupero dei 2 milioni e mezzo di euro della Regione che il Consorzio Comunale (ex Provincia) non ha mai speso. Tranchida potrà contare anche sul Comune di Paceco. “Noi – ha detto il sindaco Giuseppe Scarcella – ci siamo e ci saremo. Ci siamo anche per le iniziative del Distretto Turistico che non è alternativo al rilancio di Birgi”. Sì incondizionato pure dalla sindaca di Erice Daniela Toscano: “Sono d’accordo con la proposta del sindaco di Trapani”. Nota a margine il confronto a distanza tra la stessa sindaca e la deputata regionale dell’Udc Eleonora Lo Curto. La parlamentare all’Ars ha auspicato un rinvio delle elezioni al Libero Consorzio perché la data fissata del 19 aprile taglierebbe il Comune di Marsala impegnato nell’elezione del nuovo sindaco: “Ci sono anche altri Comuni, proveremo ad approvare un rinvio”. “Mi auguro di no”, è stata la risposta della prima cittadina. “Il Consorzio – ha aggiunto – può essere importante per il rilancio di Birgi, come nel caso dei 2 milioni e mezzo di euro della Regione. Ancora un rinvio delle elezioni sarebbe mortificante. Che io sappia il Comune di Marsala non rimarrebbe fuori ma rientrerebbe dopo il voto. Del resto in Sicilia si vota sempre e non si può andare dietro a questo o quel Comune”. Già che c’era la sindaca Toscano ha annunciato una sua dichiarazione di voto. Il presidente del Consorzio sarà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali. “Spero – ha detto – che sarà Tranchida a poter gestire questa nuova fase dei Consorzi”. Ancora la Toscano ha dato la sua disponibilità a vagliare un aumento della tassa di soggiorno. Il sindaco di Valderice Francesco Stabile ha espresso una preoccupazione: “E’ chiaro che la summer 2020 è compromessa”, ma ha anche detto sì al pacchetto di proposte di Tranchida. “Ci saremo – ha annunciato il sindaco di San Vito Lo Capo Giuseppe Peraino – anche se per noi Birgi e Palermo sono equidistanti. Ma facciamo parte della provincia di Trapani e ci sentiamo coinvolti nel rilancio dell’aeroporto. Per il sindaco di Favignana Giuseppe Pagoto c’è una priorità nel pacchetto Tranchida: “Abbiamo bisogno di quantificare i rispettivi impegni finanziari, così da poter inserire le somme nei nostri bilanci. Dobbiamo saperlo ora perché non ci può chiedere d’intervenire quando non è più possibile”. Il sindaco di Custonaci Peppe Morfino, nel suo intervento a Palazzo D’Alì, s’interrogato sulle assenze: “Siamo meno della metà dei sindaci della provincia, forse dobbiamo fare autocritica ma soprattutto dobbiamo sapere su chi siamo realmente”. Pronti a fare la loro parte i Comuni di Partanna, Petrosino e Buseto Palizzolo. Silenziosa ma concreta la presenza di Castellammare del Golfo e di Alcamo.

Notizie Correlate