ARS, GRUPPO LEGHISTA. IL POKER DI SALVINI. MA COSA FARANNO A MARSALA?

Facebook

16 Gennaio 2020

La Lega di Salvini entra ufficialmente all’Assemblea regionale siciliana con un suo gruppo autonomo. Ne fanno parte gli onorevoli Antonio Catalfamo, Giovanni Bulla, Mariana Caronia ed Orazio Ragusa. Si tratta di un gruppo a trazione centro-orientale della Sicilia, con la sola eccezione della vicepresidente Marianna Caronia eletta nel collegio di Palermo. Il presidente Catalfamo è del collegio di Messina, Bulla di Catania e Ragusa, per rispetto al suo cognome, di Ragusa. La Lega “pesca” all’interno del centrodestra e ne mette in discussione gli equilibri interni. Bulla è stato eletto nella lista dell’Udc, Catalfamo nella lista Fratelli d’Italia Noi con Salvini, Caronia e Ragusa sono stati eletti nel 2017 nelle rispettive liste di Forza Italia. Il sostegno al Presidente Nello Musumeci non è per nulla scontato. Scontata sarà invece la necessità del Governatore della Sicilia di aprire un confronto con il nuovo gruppo. L’assetto politico dell’Ars torna dunque in movimento e quelli leghisti potrebbero non essere soltanto i primi nuovi posizionamenti. La Lega, durante la sua fase governativa in quel di Roma, aveva puntato sull’Isola ed aveva riscontrato interesse ed attenzione. Lo strappo dal governo ha determinato un contraccolpo nelle adesioni, almeno nella prima fase del passaggio leghista all’opposizione. Nelle ultime settimane la dirigenza salviniana è però tornata a battere il territorio regionale palmo a palmo convocando le assemblee provinciali. Un messaggio chiaro e forte ai leghisti isolani per far ripartire la macchina dell’organizzazione per una maggiore presenza nei territori. In provincia di Trapani si è svolto di recente un incontro provinciale a Salemi. La Lega sarà presto chiamata a prendere posizione sulle Comunali che si terranno a Marsala nella prossima primavera. La sua dirigenza cittadina ha sottoscritto un accordo politico-elettorale con Fratelli d’Italia e Diventerà Bellissima ma la coalizione a tre non è mai riuscita a prendere corpo e forma. Anche in questo caso la Lega proverà ad accelerare i tempi per metter in campo una coalizione ed un candidato sindaco in grado di essere competitivi.

Notizie Correlate