CROTONE-TRAPANI 3-0, GRANATA IN AFFANNO. SI CHIUDE IL GIRONE D’ANDATA

Facebook

29 Dicembre 2019

Crotone-Trapani 3-0

Reti: Messias (C) 47′, Mazzotta (C) 77′, Simy (C) 82′ rig.

Crotone: Cordaz; Cuomo (86′ Bellodi), Marrone, Golemic; Mustacchio, Gomelt (73′ Mazzotta), Barberis, Crociata, Molina; Simy, Messias (84′ Ruggiero). All.Stroppa

Trapani: Carnesecchi; Fornasier, Pagliarulo, Grillo; Candela, Luperini, Corapi (73′ Scaglia), Colpani (63′ Aloi), Moscati; Pettinari, Evacuo (56′ Biabiany). All.Castori

Arbitro: Maggioni di Lecco

Ammoniti: Fornasier (T), Simy (C), Messias (C), Pagliarulo (T)

La partita. Niente da fare per il Trapani. Sconfitta secca per 3-0 con il Crotone che ha meritato la vittoria. Un dato su tutti. I granata hanno tirato in porta soltanto al 75′ con Pettinari che ha girato in porta di sinistro – tiro centrale che Cordaz ha parato agevolmente – dopo un errore della difesa dei calabresi. Trapani rimaneggiato, senza i difensori Strandberg e Scognamillo, e con mister Calori che ha dovuto fare di necessità virtù. Ha cominciato con il 3-5-2 ed ha concluso con 4-3-1-2. Ma il Trapani non ha mai avuto la possibilità di far male al Crotone. Squadra raccolta e ben messa in campo nel primo tempo, con una gara di contenimento che è stata spezzata da un vecchio errore dei granata. Il Trapani ha infatti preso il primo gol a 2′ dall’inizio del secondo tempo, con Messias lasciato solo in area di rigore. L’attaccante del Crotone ha potuto colpire di testa indisturbato. La squadra di mister Stroppa ha sempre dato l’impressione di essere in grado di sbloccare la partita in qualsiasi momento e le occasioni avute, sia nel primo che nel secondo tempo, sono lì a confermarlo. La cronaca della partita è quanto mai chiara. Senza Carnesecchi in porta il passivo poteva essere anche più pesante. La sosta invernale arriva al momento giusto perché il Trapani ha bisogno di ricaricare le pile, assimilare gli schemi di Castori ed intervenire sul mercato. Il Trapani conclude il girone d’andata con 15 punti, rimanendo inchiodato al penultimo posto in classifica. Non bastano l’impegno e la determinazione che la squadra di Castori ha dimostrato nelle tre gare dopo il suo arrivo a Trapani. Due punti in tre partite – pur con i torti arbitrali che hanno negato due vittorie – non sono in linea con la sfida per la salvezza. I granata, conclusa la pausa, saranno a metà gennaio di scena al Provinciale contro l’Ascoli. All’andata finì 2-0 per gli avversari. Il prossimo 18 gennaio al Provinciale dovrà essere battaglia per conquistare tre punti.

Primo tempo. Il Crotone parte forte e già dopo 38” la gara registra un doppio intervento di Carnesecchi, prima in uscita di pugno su un traversone in area e poi su un tiro di Mustacchio, palla che viene poi spazzata da Corapi. Al 16′ cominciano le proteste del Crotone, in campo ed in panchina, con la richiesta di un calcio di rigore. Sicuramente i calabresi avranno visto Trapani-Perugia, con i due rigori concessi agli umbri, e pensavano di essere in linea con l’arbitraggio vergognoso del signor Marini. Ma il direttore di gara Maggioni ha arbitrato in un altro modo, garantendo la regolarità della partita. Al 16′, dunque, il tiro di Barberis da fuori e la deviazione di Pagliarulo con la palla che finisce sul petto del capitano granata. Al 21′ l’occasione più ghiotta per il Crotone. Golemic verticalizza in area per Mustacchio, che aggancia la palla al volo ma trova Carnesecchi pronto alla deviazione, l’esterno del Crotone riesce a tirare ancora ma colpisce la traversa. Al 25′ si fa vedere il Trapani con Pettinari che salta il suo avversario e dalla destra, in piena area di rigore, mette la palla verso la porta, ma Cordaz è attento e devia. Palla che finisce sulla testa di Luperini che però non riesce a deviarla in rete. Al 26′ ancora proteste del Crotone. Girata in area del “gigante” Simy che viene contrastato da Pagliarulo. Lui dice con un intervento scorretto, l’arbitro non è dello stesso parere ed il suo tiro finisce fuori. Al 27′ Corapi ci prova da fuori ma senza tanta convinzione, palla fuori. Al 36′ Trapani pericoloso con Colpani, che si libera sulla fascia sinistra, cross che attraversa tutta l’area di rigore, ma non c’è nessun granata pronto a mettere la palla in rete. Al 40′ l’arbitro ammonisce Messias per simulazione. Cercava il rigore, ha preso il “giallo”. Al 43′ gran tiro a giro di Crociata che cerca l’incrocio dei pali, palla fuori di poco. Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi.

Secondo Tempo. Amnesia difensiva del Trapani. Grillo perde di vista Messias, che al 47′ porta in vantaggio la sua squadra con un colpo di testa su cross di Molina. Al 55′ Evacuo avrebbe potuto sfruttare meglio un suggerimento di Luperini, ma il sinistro del bomber granata finisce fuori. Al 56′ Evacuo lascia il campo per Biabiany. Al 59′ Messias si divora la doppietta personale: Crociata lo lancia verso la porta ma l’attaccante del Crotone si fa ipnotizzare da Carnesecchi che respinge in uscita. Al 62′ Mustacchio reclama l’ennesimo rigore per una spinta di Moscati ma l’arbitro non è d’accordo. Al 63′ seconda sostituzione per il Trapani, dentro Aloi per Colpani. Al 67′ Barberis ci prova con una punizione dal limite dell’area che s’infrange sulla barriera, riprende la palla calcia di sinistro ma il suo tiro è centrale e per Carnesecchi è ordinaria amministrazione. Al 70′ ancora Carnesecchi che manda in angolo un tiro a giro di Mustacchio. Al 73′ arriva la terza sostituzione del Trapani, Scaglia per Corapi con i granata che passano al 4-3-1-2. Ma l’impatto di Scaglia sulla gara non c’è, non assiste mai le due punte in una partita che sembra tuttavia già segnata. Al 75′ l’unico tiro nelle specchio della porta del Trapani, con Pettinari che raccoglie un avventato passaggio indietro della difesa del Crotone ma il suo tiro è debole e centrale, Cordaz non ha alcun problema a fermare la palla. Al 76′ Messias servito da Mustacchio manda la palla alta sulla traversa. Al 77′ il Crotone mette al sicuro il risultato con Mazzotta, entrato da poco al posto di Gomelt. Cross dalla destra di Mustacchio, palla sul secondo palo, testa di Mazzotta e per Carnesecchi non c’è nulla da fare. All’81 il Trapani va ancora sotto per un fallo di capitan Pagliarulo su Molina. Ammonizione per il difensore granata e penalty a favore del Crotone. Va sul dischetto Simy che fa 3-0. I padroni di casa controllano agevolmente la gara, mentre il Trapani prova a rimanere a testa alta. Poco convincente la partita di Biabany. Anche gli altri due cambi non hanno fatto registrare novità.

Notizie Correlate