• Home »
  • Attualità »
  • BIRGI, SINDACATI IN ALLARME. L’AIRGEST VUOLE METTERE IN MOBILITA’ 29 LAVORATORI

BIRGI, SINDACATI IN ALLARME. L’AIRGEST VUOLE METTERE IN MOBILITA’ 29 LAVORATORI

L’Airgest pensa al futuro puntando su un nuovo accordo con Ryanair ma deve anche fare i conti con le condizioni attuali che segnano l’allarme rosso. La società di gestione ha infatti comunicato ai sindacati che intende procedere al licenziamento di 29 lavoratori. Decisione che è stata trasferita alle sigle sindacali di categoria di Cgil, Cisl e Uil. C’è già stato un primo incontro tra la società ed i sindacati e ne è stato già programmato un altro per il 7 ottobre. La notizia – hanno dichairato i sindacalisti Francesco Tranchida, Antonio Dei Bardi, Giuseppe Tumbarello e Paolo Sammaritano – ci ha lasciati amareggiati, pur conoscendo lo stato di crisi in cui versa l’aeroporto. Questa è una vera e propria nuova tegola che si abbatte su Birgi, nonostante le notizie, che apprendiamo dalla stampa e delle quali non abbiamo conferme ufficiali, sul lavoro che sta portando avanti il presidente Ombra per il rilancio della struttura”. Ecco la lista dei licenziati che il sindacato indica per mansione: “L’avvio delle procedure di mobilità, in particolare riguarderanno 6 su 6 impiegati addetti al Centro operativo di scalo, 7 su 7 impiegati all’assistenza passeggeri check in e lost & found, 4 su 4 impiegati nei servizi aeroportuali di ticketing service e pass, 10 su 14 operai di assistenza aeromobili, un impiegato su 4 servizi generali e terminal e un impiegato su 7 dell’area amministrativa”.

Commenti

commenti