ARS, PD ALL’ATTACCO. “MUSUMECI PRESENTI LE SUE SCUSE AI SICILIANI”

Uno vuole che il governo Musumeci si presenti in Aula, l’altro va oltre e consiglia al Governatore della Sicilia di andare in Parlamento con tanto di scuse ufficiali. Il Pd spara a palle incatenate sul governo dell’Isola. L’onorevole Anthony Barbagallo è diretto: “Vorremmo le scuse del governo e del centrodestra per questa scellerata conduzione della sessione di bilancio”. E spiega perché: “La frettolosa approvazione della legge di stabilità, a gennaio, senza un preventivo accordo con il governo nazionale sui trasferimenti, ha determinato una reazione a catena le cui conseguenze cadranno sui siciliani. Ci aspettiamo un ritorno di responsabilità, a partire dalla riforma sui rifiuti che il Parlamento dovrà approvare per evitare che all’esame dell’Aula arrivi una proposta di riforma che, più che migliorare, pasticci ulteriormente l’intero sistema”. Più istituzionale l’intervento del capogruppo Pd all’Ars Giuseppe Lupo: “E’ arrivato il momento per il governo regionale di venire in Aula per ammettere il proprio fallimento confessando che la situazione economico-finanziaria della Regione non consente al Parlamento siciliano di votare nuovi impegni di spesa. Così come avevamo predetto l’iter del disegno di legge collegato si è scontrato con la mancanza di risorse. Il presidente Musumeci non perda altro tempo e venga a riferire dell’attuazione del suo programma di governo ed in particolare delle riforme che la Sicilia aspetta e che sembrano ancora scritte nel libro dei sogni”.

Commenti

commenti