• Home »
  • Sport »
  • CITTADELLA-TRAPANI 2-0, GRANATA SEMPRE SOTTO. DINI PARA UN RIGORE

CITTADELLA-TRAPANI 2-0, GRANATA SEMPRE SOTTO. DINI PARA UN RIGORE

Cittadella-Trapani 2-0

Reti: 46′ Celar (C), 68′ Diaw (C)

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli (23′ Mora), Frare, Adorni, Benedetti; Bussaglia (69′ Proia), Iori, Branca; Luppi; Celar (79′ De Marchi), Diaw. A disp.: Maniero, Camigliano, Panico, Perticone, Gargiulo, Vrioni, Ventola, Pavan. All. Venturato.

Trapani (4-3-3): Dini; Cauz (46′ Nzola), Fornasier, Scognamillo, Jakimovski; Luperini, Taugourdeau, Aloi (77′ Colpani); Moscati, Pettinari, Scaglia (56′ Tulli). A disp.: Carnesecchi, Stancampiano, Da Silva, Martina, Pagliarulo, Minelli, Candela, Ferretti, Golfo. All. Baldini.

Arbitro: Fourneau di Roma (Mokhtar-Annaloro).

Note: Ammoniti: Diaw, Paleari, Proia (C), Cauz, Scognamillo (T). Al 53′ Dini (T) respinge un calcio di rigore di Iori (C).

Il Trapani avrà pure il club manager, ma Ignazio Arcoleo, alla sua prima nella “famiglia granata” non porta fortuna. Il Cittadella vince 2-0 ed i granata hanno fatto il loro primo tiro nello specchio della porta, sotto di due gol e con Tulli, lasciato in panchina da mister Baldini. Il Trapani non è mai riuscito a stare in partita ed ha concesso troppo, tanto, per la serie B ad un modesto Cittadella che però ha fatto pesare il fattore campo ed una maggiore “fame”. Già al 4′ i padroni di casa possono passare in vantaggio con Bussaglia che si presenta in area di rigore da solo su cross di Branca e soltanto i riflessi di Dini evitano il peggio sul suo colpo di testa. Al 6′ ancora Cittadella pericoloso. Punizione nella trequarti granata, Celar fa saltare la barriera e tira rasoterra per sorprendere Dini che, invece, è ancora attento e respinge. Poi mischia in area con Diaw ed Adorni che non riescono a mettere la palla in rete, la difesa del Trapani spazza via la palla. Al 14′ ancora un calciatore del Cittadella da solo in area di rigore. Si tratta di Ghiringhelli che colpisce male di testa e manda fuori. Al 21′ Diaw approfitta di una ingenuità della difesa del Trapani e si lancia in area di rigore, ma non inquadra lo specchio della porta e tira fuori. Al 22′ si fa male Ghiringhelli. Al suo posto entra Mora. Al 27′ l’arbitro sbaglia tutto. Diaw si lancia in area di rigore, si allunga la palla ed abbatte in scivolata Dini. Secondo le nuove regole era un rosso diretto ed invece viene salvato con una ammonizione. Al 39′ il Trapani fa capolino in area di rigore con Pettinari che serve Scaglia ma il suo sinistro è da dimenticare. Un minuto di recupero e poi tutti negli spogliatoi. Da segnalare, nella prima frazione di gioco, soltanto la prestazione di Pettinari che gioca tanti pallomi provando a far salire una squadra che non riesce a superare il centrocampo palla al piede. Comincia il secondo tempo ed il Cittadella passa in vantaggio per un doppio regalo granata. Prima consentono a Luppi di portare palla all’altezza della bandierina e di crossare come se fosse in allenamento e poi consentono a Celar di colpire di testa in area di rigore battendo Dini incolpevole. In campo dal primo minuto del secondo tempo c’è Nzola al posto di Cauz. Al 48′ Diaw prova il tiro a giro dal limite dell’area, fuori di poco. Al 49′ diagonale di Bussaglia che finisce fuori da buona posizione. Al 50′ calcio di rigore per il Cittadella. Dini atterra Diaw dopo un’azione in netto fuorigioco. Va sul dischetto capitan Iori che si fa ipnotizzare da Dini che evita il raddoppio della squadra di mister Venturato. Al 55′ Baldini manda in campo Tulli al posto di Scaglia e l’esterno granata fa una gara più che convincente, confermando che forse meriterebbe qualche minuto in più. Al 64′ un’azione fotocopia del rigore ma Luppi riesce a saltare Dini ed a mettere la palla in area di rigore ma non c’è nessun compagno in zona e l’azione si perde nel nulla. Al 67′ arriva il raddoppio. Difesa granata troppo lenta, Diaw – prende palla entra in area ed al secondo tentativo non sbaglia. Raddoppio del Cittadella e Trapani incapace di reagire. Al 68′ Proia per Bussaglia. Ed il centrocampista granata 3′ dopo colpisce la traversa a colpo sicuro. Subito dopo i 3′ minuti del Trapani. Tulli si libera della marcatura tira in porta ma trova Paleari pronto a respingere, ancora palla per il Trapani area di rigore con Pettinari che prova a soprendere il portiere del Cittadella con una deviazione sotto porta ma Paleari si salva in angolo. Sugli sviluppi del corner, colpo di testa di Luperini con Paleari ancora protagonista: manda la palla sulla traversa e salva la sua porta, arriva Nzola ed il suo tiro viene deviato nuovamente in angolo. Al 75′ esce Aloi per Colpani. Al 78′ Celar si divora un gol di testa. Subito dopo viene sostituito da De Marchi. All’85’ Scognamillo, capitano, viene ammonito per un fallo sullo stesso De Marchi. Ammonizione anche per Proia e 5′ di recupero. Al 94′ il neo acquisto granata Moscati tira dal limite dell’area. Tiro troppo centrale per impensierire Paleari. Finisce la gara ed il Trapani rimane inchiodato a zero punti, con una squadra che non riesce a gestire la gara e non ha mai il necesario cambio di passo che serve per portare a casa qualche punto. Baldini rimane fermo sul 4-3-3, ma la squadra non riesce a velocizzare le sue azioni di gioco, quando ci riesce si ritrova ad attaccare con pochi uomini e le difese avversarie sanno come fermarli. Buono l’esordio di Moscati. Per lunghi tratti di gara Taugordeau è stato impalpabile. Non è mai riuscito ad avere le chiavi del centrocampo granata. Sulla fascia Cauz ha sbagliato troppo e Jakimovski è stato per tutta la gara sotto tono. Aloi ancora tra i più positivi. Luperini in difficoltà in tutte le parti del campo in cui ha giocato. La coppia centrale di difesa, Scognamillo-Fornasier si è disorientata. Super Dini, invece, dopo le critiche per le due prime partite, oggi è soltanto per merito suo che il Trapani non ha perso con un risultato più pesante. Non c’è nulla di irrecuperabile ed il campionato è lungo, ma il Trapani ha la necessità di fare una prima verifica su ciò che non funziona.

Commenti

commenti