SAN VITO, BATTAGLIA PRESENTA UN ESPOSTO ALLA PROCURA SUL NUOVO PORTO

Una denuncia alla Procura della Repubblica di Trapani. Contro “il tentativo di distruggere il bene paesaggistico che è il territorio di San Vito Lo Capo”. Vincenzo Battaglia va giù duro sul progetto di “Marina Bay” che punta a realizzare una nuovo porto nel Comune del sindaco Giuseppe Peraino. L’atto di denuncia di Battaglia è anche sul suo tavolo oltre che su quello del Presidente della Regione Nello Musumeci. Le concessioni sono regionali e di conseguenza il governo siciliano non può che essere in prima linea. Gli uffici che valutano e che potrebbero dare il via libera al progetto sono quelli regionali. Anche il Comune ha alzato le barricate contro il progetto iniziale. Non ha potuto far altro che prendere atto della scelta della società trapanese che intende realizzare il nuovo porto quando la stessa ha annunciato di essere pronta a rivedere il progetto riducendo le cubature e modificandolo nelle parti che hanno destato maggiore allarme nella comunità sanvitese. Ma per Battaglia non possono esserci soluzioni di compromesso: l’iniziativa di Marina Bay va fermata perché è contro la Costituzione – articolo 9, tutela del paesaggio – e perché, secondo Battaglia, è contro le leggi in vigore in materia di salvaguardia del territorio. “La società – ha aggiunto – è intenzionata a stravolgere l’ecosistema del territorio”. Con queste premesse non possono dunque esserci mediazioni. Battaglia è pronto a costituirsi parte civile in un eventuale causa giudiziaria. A rafforzare la sua tesi anche una sentenza del Consiglio di Stato sulla prevalenza giuridica assoluta della tutela del paesaggio.

Commenti

commenti