MARSALA, SCENA DA FILM MA I CARABINIERI LO ARRESTANO

Come in un film, almeno in parte. Massimiliano Culicchia (42 anni), marsalese, agli arresti domiciliari, ha pensato bene di evadere dalla sua abitazione e d’imitare una scena da grande schermo. In pieno Corso Gramsci transitava un automobilista di 44 anni che finirà per essere la sua vittima. Culicchia lo vede e comincia ad attirare la sua attenzione urlando. L’uomo, in macchina, s’incuriosisce e si ferma perché convinto che si trattasse di una richiesta d’aiuto. Ed invece Culicchia ne ha approfittato per salire in macchina e minacciarlo. Fin qui una scena degna d’un film. E’ dopo che l’adrenalina tende a calare, perché le minacce di Culicchia sono legate ad una richiesta di denaro che non t’aspetti dopo un’azione così rocambolesca. Soltanto 20 euro. L’automobilista non è però nelle condizioni di soddisfare la richiesta perché in tasca ha soltanto 10 euro. Culicchia deve accontentarsi. Prende i soldi, fa fermare l’auto e scappa verso casa nel quartiere di Sappusi. Ma la testimonianza della vittima e le telecamere di videosorveglianza non danno scampo a Culicchia che, poco dopo, si ritrova i Carabinieri a casa. Da qui l’arresto ed il trasferimento in caserma. La custodia cautelare è stata convalidata dal magistrato e per Culicchia si sono aperte le porte del carcere di Trapani.

Commenti

commenti