TRAPANI, SALTANO LE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AL COMUNE

Se non è un pasticcio poco ci manca. Di sicuro non è una buona notizia per l’attività del Comune di Trapani. Tutte le posizioni organizzative sono state azzerate. I dirigenti dei settori dell’amministrazione Tranchida hanno dovuto firmare le determine di decadenza di chi aveva ottenuto la responsabilità della posizione organizzativa. Si tratta di una fascia intermedia tra i dipendenti ed i dirigenti. Funzionari che per il lavoro che gli viene assegnato ottengono una retribuzione di posizione che, all’atto della firma della decadenza hanno perso. Il nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro è stato sottoscritto il 21 maggio dell’anno scorso, pochi giorni prima del voto di giugno che ha consegnato il governo della città al sindaco Giacomo Tranchida, alla sua giunta ed alla sua maggioranza consiliare. Nel contratto, tra le altre cose, veniva definito un percorso tecnico-burocratico che avrebbe dovuto portare, negli enti locali, ad un nuovo assetto dell’Area Posizioni Organizzative. Nuovo assetto necessario per poterle porre in linea con la nuova disciplina contrattuale. C’era tempo fino al 20 maggio per poter intervenire e le posizioni assunte rimanevano in regime di proroga. L’amministrazione Tranchida ha deciso di fare la sua parte lo scorso 16 maggio, convocando le organizzazioni sindacali e presentandosi con una sua proposta di regolamento, ma l’incontro con i sindacati di categoria è andato a vuoto. Non ci sono state altre occasioni di confronto ma nel frattempo è scaduto il termine ultimo per fare qualcosa: 20 maggio. Da qui la fine di tutte le posizioni organizzative. Sono saltate in blocco. I funzionari sono rimasti nei rispettivi settori di competenza ma non potranno assumere la responsabilità della posizione organizzativa che ha anche un importante risvolto economico nelle rispettive buste paga.

Le posizioni organizzative decadute

Primo settore (Affari Generali): Rita Scaringi, Elio Messineo, Carmela Santangelo, Francesco Paolo Di Trapani, Antonio Genna, Donatella Catania, Caterina Bivona.

Settimo settore (Tutela Ambientale, Verde Pubblico, Arredo Urbano): Giovanni De Filippi, Antonia Luppino.

Sesto settore (Lavori Pubblici): Ignazio Gammicchia, Ugo Testa.

Quarto settore (Pubblica Istruzione): Maria Grazia Giuffrè, Francesco Paolo Gandolfo.

Terzo settore (Urbanistica): Giuseppe Salvatore Guaiana, Rosaria Montalbano, Salvatore D’Angelo.

Le determine dirigenziali sono pubblicate nell’Albo Pretorio on line del Comune. L’azzeramento riguarda tutti i settori del Comune e di conseguenza i dirigenti di ogni singolo ramo dell’amministrazione hanno dovuto procedere e stanno procedendo a notificare le decadenze.

Commenti

commenti