BIRGI, SANTANGELO: “PUNTIAMO SULLA RETE AEROPORTUALE”

La nuova soluzione per l’aeroporto di Birgi si chiama “Rete”. Ne hanno parlato il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ed il sottosegretario Maurizio Vincenzo Santangelo. Scali messi a rete con una gestione unitaria e condivisa e con la maggioranza azionaria in mano pubblica. Santangelo entra nel dettaglio: “Oggi è stata una giornata importante. Si è svolto un tavolo di confronto con il Ministro Toninelli sul trasporto aereo. La sede giusta per un ragionamento sul Piano nazionale aeroportuale e in particolare sugli aeroporti secondari. Stiamo studiando soluzioni tecniche soprattutto per favorire la creazione di Reti aeroportuali uniche a livello regionale o macro-regionale, a maggioranza pubblica. La Rete mette a sistema gli aeroporti tra loro, primari e secondari, consentendo una programmazione che abbatte i costi, le tariffe, con contenimento della concorrenza. È inutile dire quanto questo sarebbe importante per la Sicilia e per aeroporti come quello di Trapani Birgi” . Ed ancora: “Ho portato all’attenzione del Ministro possibili interventi per realizzare le Reti aeroportuali ed altre misure per promuovere il rilancio degli aeroporti secondari. Tra queste, oltre agli incentivi per favorire la creazione delle Reti: la classificazione degli aeroporti insulari di <<Interesse Economico Generale>>; la rimodulazione del sistema dei diritti aeroportuali, con specifico riferimento alle addizionali comunali di imbarco; l’allineamento della normativa nazionale agli orientamenti comunitari sugli aiuti di Stato agli aeroporti e alle compagnie aeree; l’emanazione di una norma che definisca con chiarezza le rispettive competenze di vigilanza e controllo in materia di trasparenza e competitività di ENAC e dell’Autorità di Regolamentazioni Trasporti”. Il sottosegretario si pone anche il problema dei tempi: “Si tratta di un lungo lavoro di studio, di analisi e di ricerca delle modalità più equilibrate ed efficaci. Ma soprattutto di ascolto dei cittadini trapanesi che, con le loro proposte, stanno dimostrando di avere a cuore lo sviluppo ed il rilancio di Birgi e delle sue infrastrutture. È chiaro che tutti devono fare la loro parte a cominciare dai decisori locali e regionali.
Di una cosa siamo sicuri Birgi deve continuare a volare”.

Commenti

commenti