RIFIUTI, EMERGENZA UMIDO PER I COMUNI DELLA SRR “TRAPANI NORD”

L’emergenza c’è. I sindaci non possono che comunicarla ai loro cittadini. Tra questi il sindaco di Alcamo Domenico Surdi. Nota ufficiale la sua: “Domani non è assicurato il servizio di raccolta dell’organico per la città. Ad oggi non sono ancora pervenute al Comune informazioni sull’avvenuta riapertura dell’impianto di Belpasso, attualmente l’unico disponibile per lo smaltimento della frazione umida in Sicilia. Sarà nostra cura avvisare la cittadinanza, che ringraziamo  per la pazienza e la collaborazione, non appena sarà possibile effettuare il turno di raccolta dell’organico”. Più diretto e più polemico il sindaco di Castellammare del Golfo Nicola Rizzo: “Ci troviamo dinanzi una vera e propria emergenza e con gli altri sindaci delle città della Srr Trapani nord, tutte impossibilitate a conferire l’organico, stiamo chiedendo, ripetutamente, con insistenza e con forza, un indirizzo chiaro della Regione che deve decidere per un intervento risolutore urgentissimo”. Ed ancora: “Al momento non sappiamo dove i portare i rifiuti organici poiché nessuna piattaforma è aperta. Brancoliamo nel buio, in balia di siti che aprono e chiudono senza darci certezze”. Il primo cittadino castellammarese ha fatto riferimento all’impianto di Ramacca, anche questo chiuso. Oltre ad Alcamo e Castellammare, fanno parte della SRR “Trapani Nord” anche i Comuni di Buseto Palizzolo, Calatafimi-Segesta, Custonaci, Erice, Favignana, Marsala, Paceco, Pantelleria, San Vito Lo Capo, Trapani e Valderice. Tutti nelle stesse condizioni. Non possono smaltire l’organico e non possono far altro che appellarsi alla Regione per una soluzione immediata ed ai loro concittadini per evitare oltre al danno anche la beffa di città invase dall’umido.


Commenti

commenti